inTherapy: un aiuto alla sindrome d’ansia da Covid

inTherapy offre un valido ed efficace aiuto alla sindrome d’ansia da Covid. Scopriamo quali sono i sintomi che la contraddistinguono e le opzioni di trattamento.

inTherapy: un aiuto alla sindrome d’ansia da Covid

Soprattutto a causa della situazione post-pandemica, oggi diventa sempre più predominante il bisogno di un supporto psicologico che fa parte di un percorso di cura di se stessi.

inTherapy può aiutare ad intraprenderlo, comprendendo a cosa l’individuo è andato incontro e che cosa ha vissuto. Molto importante è, in proposito, la ricerca effettuata dal team del professor Marcantonio Spada, che fa parte del comitato scientifico di inTherapy e che ci aiuta a comprendere la sindrome d’ansia da Covid.

La ricerca

Il professor Spada ha notato che le persone, a causa della pandemia, stavano sviluppando una particolare serie di comportamenti problematici in risposta al Covid.

La Covid-19 Anxiety Syndrome Scale è uno strumento psicometrico che indica modelli di comportamento caratterizzati da rimuginio, monitoraggio della minaccia e controllo delle sindromi che rischiano di mantenere la paura del virus e\o la consapevolezza di poterlo contrarre.

La ricerca riportata dal prestigioso The Guardian ha mostrato che poco più della metà dei partecipanti ha evitato di prendere trasporti pubblici per paura di contrarre il virus e di toccare oggetti presenti in spazi pubblici.

I sintomi della sindrome d’ansia da Covid

Tra i sintomi più gravi della sindrome d’ansia da Covid troviamo: agorafobia, pulizia ossessiva, incapacità di completare o concentrarsi su compiti, problemi con il sonno, perdita di interesse a riconnettersi con amici e familiari.

Parliamo di una sindrome soprattutto diffusa nelle popolazioni più giovani e in quelle ad alto rischio di conseguenze avverse se contraggono il Covid e che hanno perso i propri cari a causa del virus.

Le opzioni di trattamento della sindrome

Per coloro che lottano con la sindrome è consigliabile prendere in considerazione la terapia cognitivo-comportamentale e metacognitiva, proprio per abbandonare comportamenti e strategie che potrebbero danneggiare il benessere psicologico.

In che modo? Incoraggiando la persona ad uscire di casa per poi accedere gradualmente in spazi ristretti, toccando piano piano le cose intorno a sé, non sfuggire da una situazione quando ci si sente minacciati, ecc.

I terapisti di inTherapy possono fornire, a chi lo desidera, il proprio aiuto attraverso una terapia che consenta di stare nel comfort della propria casa oppure in presenza.

inTherapy è frutto dell’esperienza ventennale del Gruppo Studi Cognitivi, protagonista in Italia nel campo della psicoterapia e specializzato in alta formazione, ricerca ed erogazione di servizi clinici per la salute mentale.

Parliamo della prima rete nazionale di Psicoterapia Cognitivo Comportamentale, al centro della quale ci sono il paziente e la sua storia, poi il metodo (un metodo clinico centralizzato e supervisionato) e, infine, i terapeuti (psicoterapeuti e psichiatri altamente formati, selezionati e garantiti da Studi Cognitivi) che possono aiutare le persone ad affrontare disagi psicologici come la sindrome d’ansia da Covid.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!