In arrivo 350 euro in busta paga: finalmente una bella notizia per gli italiani

Ottime notizie per gli italiani, il nuovo anno potrebbe aprirsi con un bel regalo in busta paga per molti lavoratori. Raggiunta l'intesa con i sindacati: ecco chi beneficerà del bonus.

Pubblicato il 15 dicembre 2022, alle ore 16:56

In arrivo 350 euro in busta paga: finalmente una bella notizia per gli italiani

Ascolta questo articolo

Con l’aumento dei costi dell’energia e di un’inflazione sempre più galoppante, molti italiani potranno finalmente ammortizzare le spese con l’arrivo di un nuovo bonus direttamente in busta paga. Potrebbe essere una delle novità più importanti in vista dell’anno nuovo, che si aprirà offrendo una boccata d’aria fresca ai lavoratori italiani.

Dovrebbe essere questo il risultato delle lunghe e proficue contrattazioni dei sindacati, che reclamano da tempo misure più favorevoli alle classi lavoratrici, da tempo ridotte alla canna del gas da questa crisi economica. Il bonus coinvolgerà soprattutto alcune categorie di lavoratori: ecco di quali si tratta.

A chi spetta

E’ di queste ore l’importante comunicato di Federdistribuzione in cui annuncia la bella notizia per i lavoratori italiani in vista dell’anno nuovo. Dopo mesi di lunghe trattative i sindacati sono riusciti a strappare finalmente l’importante risultato: il bonus da 350 euro sarà elargito una tantum direttamente in busta paga a circa 3 milioni di lavoratori italiani.

Si tratta di una misura di cui beneficeranno i dipendenti del terziario e quanti stanno operando nella Distribuzione Moderna e Organizzata. Per il momento i dipendenti inquadrati al quarto livello potranno consolarsi con un bonus da 350 euro lordi che riceveranno in due tranche: la prima arriverà a gennaio e sarà pari a 200 euro, mentre la parte restante dovrebbe arrivare a marzo.

Il tutto in attesa di soluzioni più concrete e del tanto agognato arrivo del rinnovo dei contratti collettivi nazionali: in vista di aprile 2023, infatti, si prevede un aumento di 30 euro ogni mese. Intanto Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno dichiarato all’Ansa i prossimi passi da compiere: “La ripresa delle trattative per il rinnovo dei contratti è prevista dal mese di gennaio in poi. L’obiettivo di arrivare ad un rinnovo compiuto in tempi brevi è adesso la priorità  Quanto definito nell’accordo è solo un primo passo assolutamente parziale, già a gennaio i primi incontri per il negoziato”.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Sicuramente questo bonus rappresenta un passo importante a sostegno dei lavoratori italiani, profondamente minati in questi mesi da una crisi economica profondamente gravosa. Tuttavia ritengo che sia ancora troppo poco, in quanto le prossime misure dovrebbero essere rivolte a favore di un ventaglio più ampio di beneficiari. Spero vivamente che i sindacati riescano a far valere i diritti di tutti.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!