Gli estratti vegetali per consumare più frutta e verdura

Non solo centrifugati e frullati, adesso la frutta e la verdura vengono mangiate sotto forma di estratti vegetali molto più ricchi di vitamine e sali minerali. Vediamo cosa sono e come farli.

Gli estratti vegetali per consumare più frutta e verdura

Anche le celebrità più salutiste, come la moglie di Harry d’Inghilterra, sono letteralmente impazzite per gli estratti vegetali poichè permettono di fare il pieno di enzini, antiossidanti, vitamine ed altri preziosi nutrimenti indispensabili per la nostra salute semplicemente sorseggiando una gustosa bevanda.

Non più quindi centrifugati e frullati ma, anche e sopratutto, estratti di vegetali freschi di stagione che ormai si possono comodamente trovare al bar o nei supermercati. L’estrazione avviene a freddo con un macchinario, l’estrattore, che estrae il succo lentamente senza scaldarlo quindi la bevanda avrà molte più sostanze nutritive che con il calore tendono invece a morire. Oltretutto questi estratti non contenendo fibre risultano essere molto più digeribili. Ideale sarebbe utilizzare frutta e verdura fresca di stagione possibilmente biologica in quanto priva di peticidi o altre sostanze dannose per il nostro organismo.

Quali estratti fare ed evitare

Attenzione però a non scegliere dei frutti troppo dolci come banane, uva, fichi poichè altrimenti con un solo estratto si assumerebbero troppe calorie visto che la frutta è ricca di fruttosio, zucchero naturale che se ingerito in elevate quantità fa ingrassare.

Meglio quindi puntare sulla verdura e su quei frutti poco zuccherini tanto per poi dare più gusto e sapore agli estratti basterà aggiungere qualche spezia come la cannella o lo zenzero che fanno molto bene ma non appesantiscono.

Gli estratti di vegetali possono essere consumati in qualsiasi momento della giornata. Per una colazione sana e nutriente potreste abbinare ad un estratto di frutta e verdura uno yogurt possilmente greco così da fare il pieno di energia, mentre per uno spuntino spezzafame di metà mattina o metà pomeriggio meglio abbinare il succo con delle mandorle così da alleviare la stanchezza della giornata.

Da evitare invece gli estratti come sostituti pasto poichè non contengono nè proteine nè carboidrati quindi si digeriscono facilmente e velocemente facendo presto sentire il senso di fame.

Un esempio di estratto di vegetali per sgonfiare la pancia? Mettete nell’estrattore 1/4 di ananas, 8 fragole ed 1/4 di limone, questi alimenti sono antifiammatori e sopratutto l’ananas migliora la circolazione contrastando i ristagni di liquidi causa di gonfiori addominali e non solo.

I nostri video tutorial
Sabrina Giorgi

Cosa ne pensa l'autore

Sabrina Giorgi - Ultimamente ho molto sentito parlare degli estratti di vegetali freschi di stagione ma sono sempre stata scettica proprio sul fatto che non contengono le fibre che so essere molto amiche della nostra salute e della nostra bellezza. Penso quindi che se una persona è in salute allora è meglio che mangi frutta e verdura intere, possibilmente pure con la buccia; mentre se ha problemi intestinali, come irritazioni al colon allora sicuramente gli estratti aiuteranno a consumare frutta e verdura senza ingerire le fibre che in quei soggetti è causa di grossi problemi.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!