Ginocchio gonfio e dolorante: cosa fare e i rimedi della nonna

Il ginocchio gonfio è dovuto al versamento e accumulo di liquido sinoviale o di sangue dentro o intorno all’articolazione. Le cause possono essere differenti e non bisogna mai sottovalutare la sua manifestazione. Il trattamento dipende dal caso.

Ginocchio gonfio e dolorante: cosa fare e i rimedi della nonna

Il ginocchio è un’articolazione che unisce la coscia alla gamba. Collega femore, tibia e rotula attraverso nervi e tendini ed è fondamentale per il movimento degli arti inferiori. Come per tante altre articolazioni, può accadere di provare dolore o di avere il ginocchio gonfio.

Noto anche come acqua nel ginocchio, il gonfiore è dovuto principalmente al versamento e accumulo di liquido sinoviale dentro o intorno all’articolazione. Può però anche dipendere dal versamento e accumulo di sangue (emartro).

Questa condizione si verifica solitamente come conseguenza di un trauma, di una distorsione o dell’artrite. A prescindere dalla causa, il versamento avviene nella capsula articolare che racchiude e protegge il ginocchio. Quando questa si riempi troppo, di liquido o di sangue, il ginocchio si gonfia.

Il gonfiore si può manifestare improvvisamente o in modo graduale rendendo anche, in alcuni casi, difficile il camminare.

Le infiammazione e i traumi sono responsabili del ginocchio gonfio
Il ginocchio gonfio può essere causato da un trauma o infiammazione

Ginocchio gonfio: cause frequenti e tipologie

Il ginocchio gonfio è una condizione che si può verificare come conseguenza della presenza ed accumulo di liquido sinoviale al suo interno. Il gonfiore sarà graduale e il ginocchio sarà caldo al tatto. È causato dall’artrosi, dall’artrite, dalla borsite, da una lesione del menisco o della cartilagine o da una distorsione. In quest’ultimo caso, avviene lo stiramento o la rottura dei legamenti.

Quando è conseguenza di un sanguinamento dell’articolazione (emartro), il gonfiore è improvviso, può limitare i movimenti dell’arto. Il ginocchio appare rosso e caldo. Solitamente, è conseguenza di infortuni che variano dalle semplici contusioni alla rottura dei legamenti, alla lesione del menisco o alla frattura del ginocchio.

Quando il gonfiore è ai lati del ginocchio, può essere dovuto alla riduzione della cartilagine come principio di artrosi, o al ginocchio valgo. Se è nella parte posteriore può essere borsite.

Anche la tendinite al quadricipite può determinare il gonfiore del ginocchio. In questo caso, però, il gonfiore non è evidente ad occhio nudo.

Altre cause

Esistono altre condizioni che rendono il ginocchio gonfio.

Le infezioni, per esempio, si sviluppano a seguito di lesioni profonde o di tagli che raggiungono l’articolazione. Il ginocchio aumenterà la produzione di liquido sinoviale e si gonfierà. In questi casi, bisognerà rivolgersi ad uno specialista per le cure e il trattamento del caso.

Anche i cristalli prodotti dall’elevata quantità di acido urico dovuto alla gotta si depositano nell’articolazione e determinano l’infiammazione e il rigonfiamento del ginocchio.

Il gonfiore può essere del tutto naturale dopo un intervento chirurgico all’arto, o come conseguenza di una gravidanza.

Lo specialista potrà valutare e riconoscere le cause del ginocchio gonfio
In caso di ginocchio gonfio è importante rivolgersi ad uno specialista

Cosa fare quando il ginocchio è gonfio

Il ginocchio gonfio può limitare i movimenti, anche i più semplici, dell’arto. Se il gonfiore e il dolore persistono per più di 48 ore o determinano da febbre e forte dolori, bisogna rivolgersi ad uno specialista che valuterà il caso. Il medico, infatti, dopo un’accurata visita farà la sua diagnosi e potrà indicare la terapia più adatta.

È importante tenere il ginocchio a riposo fino a quando non si sgonfi evitando continue sollecitazione o carico.

Le cure dipendono dalla causa che ha determinato il gonfiore. In alcuni casi, il medico può ritenere necessario fare assumere al paziente dei farmaci antinfiammatori non steroidei(FANS). In altri casi si procede con delle infiltrazioni di cortisone sul ginocchio.

Può essere utile aspirare il liquido che si trova all’interno del ginocchio drenandolo con un ago.

Per ridurre il gonfiore si possono utilizzare anche delle bende elastiche o delle ginocchiere.

Un altro rimedio è mantenere le gambe sollevate su un cuscino durante la notte per favorire la circolazione.

Può essere utile per stabilizzare il ginocchio fare della ginnastica riabilitativa e rinforzo muscolare, sottoporsi a sedute di massoterapia, di laserterapia, di tecarterapia.

Fondamentale è controllare il peso corporeo per ridurre il carico sugli arti inferiori. L’obesità, infatti, non fa bene al corpo e alla sua struttura.

L’intervento chirurgico, artroscopia, sarà l’unica soluzione disponibile in caso di lesione. Questa dovrà essere rimossa.

Il gonfiore al ginocchio può ridursi con il ghiaccio
Il ghiaccio può aiutare a ridurre il gonfiore al ginocchio

Rimedi della nonna per un ginocchio gonfio

Il ghiaccio può essere di aiuto contro il gonfiore al ginocchio. Questo, infatti, rallenta il flusso del sangue, lenisce il dolore e riduce il gonfiore. Bisogna avvolgere del ghiaccio in un panno e lasciare agire per al massimo 10 minuti. L’operazione va ripetuta ad intervalli regolari.

Può essere utile fare degli impacchi di argilla verde da fare agire tutta la notte.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!