Gina Lollobrigida, è successo sulla bara alla camera ardente (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Un enorme lutto per il mondo del grande cinema italiano. Non ci si riesce ancora a credere che “la Bersagliera”, la diva Gina Lollobrigida, se ne sia andata a 95 anni. 

Un vuoto enorme quello lasciato dalla dipartita di un’icona del grande schermo; una delle ultime stelle del Novecento cinematografico che ha fatto, con il suo incommensurabile talento, sognare tante generazioni.

Icona di una bellezza disarmante, di un fascino senza tempo, di innata eleganza. Una diva in tutti i sensi, Gina, originaria di Subiaco, dove era nata il 4 luglio 1927.

Un’attrice che ha vissuto il post-guerra, che ha saputo rialzarsi e che era praticamente impossibile non notare, sin dalla sua partecipazione ai concorsi di bellezza; quelli di una volta, con bellezze al naturale.

Una lunghissima carriera, la sua, costellata di successi, riconoscimenti, plausi, consensi. La Lollo è per tutti una vera e propria istituzione del mondo del ciak si gira; una star che ha lavorato con i più grandi registi italiani e stranieri,

Un’attrice che ha vinto sette David di Donatello, un Golden Globe, due Nastri d’Argento e una stella sulla celebra passeggiata delle stelle, la Hollwyood Walk of Fame; fino al tragico epilogo. Ma vediamo cosa è accaduto ieri, all’apertura della camera ardente.