Gianluca Vialli, parla il dottore che l’ha operato: “Fate attenzione a questo..” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

A distanza di 3 settimane dalla morte di Sinisa Mihajlovic, a 8 giorni di distanza dal decesso di Pelè, a soli 58 anni, si è spento Gianluca Vialli. Il grande campione italiano ha perso la sua lotta contro il tumore al pancreas, con cui combatteva da cinque lunghi anni.

Diceva sempre di non voler morire prima dei genitori, perché il pensiero di far star male i suoi cari lo distruggeva più della malattia che invece lo stava consumando; girava con un maglione sotto la camicia per evitare che gli altri si accorgessero di quel male, quella “cosa brutta di cui avrebbe voluto fare a meno” che gli stava togliendo peso e che, alla fine, se l’è portato via.

Il mondo del calcio piange la sua dipartita, così come la sua grande e unita famiglia, in quanto è troppo forte il vuoto lasciato da questo grande campione, sul campo da gioco e nella vita.

Un marito, un padre, un figlio esemplare, che ha affrontato la malattia con dignità, senza mai nascondere la paura della morte. Si è spento nella clinica londinese in cui, nei giorni scorsi, era stato nuovamente ricoverato.

Un colpo al cuore, la notizia della sua dipartita che è difficile da metabolizzare. A poche ore di distanza dal tragico epilogo, a parlare è stato proprio chi ha operato il grande Gianluca. Vediamo cosa ha dichiarato.