Francesca Bonifazi, la dottoressa che ha curato Mihajlovic fa un annuncio choc: "La verità è che.."

La dottoresa che ha curato Sinisa Mihajlovic ha fatto un annuncio che ha letteralmente scioccato i fan, vediamo di cosa si tratta. Tifosi senza parole.

Pubblicato il 18 dicembre 2022, alle ore 15:03

Francesca Bonifazi, la dottoressa che ha curato Mihajlovic fa un annuncio choc: "La verità è che.."

Ascolta questo articolo

“La moglie Arianna, con i figli Viktorija, Virginia, Miroslav, Dusan e Nikolas, la nipotina Violante, la mamma Vikyorija e il fratello Drazen, nel dolore comunicano la morte ingiusta e prematura del marito, padre, figlio e fratello esemplare, Sinisa Mihajlovic” – questo è stato il comunicato che la famiglia dell’ex allenatore del Bologna e campione indiscusso di calcio, Sinisa Mihajilovic, ha emanato qualche giorno fa informando del decesso del loro congiunto. 

Un decesso che ha fatto restare sotto shock l’interno mondo del calcio e dello sport in generale. Sinisa era molto amato dai tifosi del Bologna e anche di altre squadre di calcio, come la Lazio. Un campione ben voluto da tutti, un campione con la C maiuscola sia dentro che fuori dal campo. In queste ore la dottoressa che la ha curato ha rilasciato delle dichiarazioni molto importanti. 

La dottoressa Bonifazi, le sue parole

Francesca Bonifazi è stata uno di quei sanitari che ha seguito da vicino il decorso della malattia di Sinisa Mihajilovic. In queste ore è stata proprio lei a rilasciare delle dichiarazioni molto importanti circa la morte del campione. La Bonifazi è direttrice del Programma trapianto e il Programma dipartimentale terapie cellulari avanzate dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna.

“È stato un uomo che aveva una grande voglia di vivere e amava la vita più di qualunque altra cosa. Poi è stato circondato dall’affetto dei suoi: sua moglie gli è stata vicina dal primo all’ultimo momento, sempre. Arianna è stata la donna che gli ha dato coraggio e che ha gestito la famiglia in una fase molto difficile”  – queste le parole della dottoressa Bonifazi, che ha conosciuto da vicino anche i famigliari di Sinisa. 

La dottoressa ha spiegato che, in casi come quello di Mihajilovic, il trapianto di midollo osseo è la terapia più efficace per sconfiggere la malattia da cui era affetto Sinisa, ovvero la leucemia mieloide acuta. “In questo momento garantisce una minor possibilità di recidiva: purtroppo in questo caso la malattia è tornata, è stata molto aggressiva ed è stata refrattaria alle cure”– queste le parole shock della Bonifazi. 

Fino a sabato 10 dicembre Sinisa parlava con gli amici e aveva intenzione appunto di finire il ciclo di chemio  a gennaio per poi ricominciare a girare gli stadi di calcio per assistere dal vivo alle partite, restando così aggiornato. Fino a pochissimi giorni prima del decesso Sinisa aveva anche fatto lunghe camminate, volendosi appunto tenere in forma mentre la malattia comunque lo debilitava e lo consumava. 

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Queste notizie ci fanno capire come purtroppo alcune malattie possano essere refrattarie alle cure, dispiace per Sinisa Mihajlovic questo grande campione deceduto in queste tragiche circostanze a causa di una leucemia molto grave. Il mondo del calcio è rimasto sotto shock per quanto accaduto a Sinisa, una morte davvero molto prematura.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!