Elena Del Pozzo, sarà vietato durante i funerali: ecco cosa sta succedendo

I funerali della piccola Elena sono previsti per oggi pomeriggio alle 17 e, data l'enorme affluenza di gente prevista, sono stati disposti degli importanti divieti durante la cerimonia funebre. Ecco quali.

Pubblicato il 22 giugno 2022, alle ore 14:47

Elena Del Pozzo, sarà vietato durante i funerali: ecco cosa sta succedendo

Ascolta questo articolo

Il giorno che nessuno voleva mai arrivasse è giunto.Manca davvero pochissimo all’ultimo saluto alla piccola Elena Del Pozzo, massacrata con 11 fendenti, di cui uno fatale, che le ha reciso l’arteria succlavia, dalla madre reo confessa Martina Patti.

La donna, come noto, dopo la convalida del fermo, è nel carcere catanese di piazza Lanza, sorvegliata a vista per paura che possa compiere gesti estremi, autolesionistici, o che possa essere aggredita dalle altre detenute.

I funerali

I funerali della piccola si terranno alle ore 17 di oggi, 22 giugno, presso la Cattedrale di Catania e le immagini della cerimonia, officiata dall’arcivescovo metropolita di Catania Luigi Renna, verranno trasmesse in diretta su You Tube e Facebook, per consentire a tutti di partecipare emotivamente all’addio. Non è prevista la presenza di giornalisti e fotografi  nella Cattedrale, in un momento così delicato e cruciale,  per evitare la ressa, optando, per rispetto verso i familiari della vittima, per la trasmissione delle esequie in streaming. 

La Questura di Catania ha “predisposto accurati servizi di ordine pubblico” affinchè la cerimonia funebre “possa svolgersi in modo ordinato e senza alcuna turbativa”. Prevedendo “una grande affluenza di persone desiderose di dare l’ultimo saluto alla piccola Elena”, l’accesso alla Cattedrale “sarà permesso dall’ingresso laterale di via Vittorio Emanuele che sarà raggiungibile soltanto percorrendo la via Raddusa, riservando l’entrata principale esclusivamente al feretro”. 

Il sindaco di Mascalucia Vincenzo Magra, per oggi, attraverso ordinanza, ha predisposto il lutto cittadino, dichiarando: “È doveroso rappresentare alla famiglia di Elena, la vicinanza e la solidarietà da parte dell’intera cittadinanza, anche in forma pubblica e istituzionale, in segno di rispetto e di profonda partecipazione al profondo dolore dei parenti della piccola e di tutta la comunità”.

A Mascalucia, teatro di questo efferato figlicidio, in cui ha perso la vita, per mano della madre, una piccola che avrebbe compiuto 5 anni il 12 luglio, verranno sospese tutte le manifestazioni pubbliche, eventualmente in programma, nell’arco della vigenza del lutto cittadino, le bandiere verranno esposte a mezz’asta in tutte le sedi comunali. L’Amministrazione Comunale ha rivolto a tutti i titolari di attività commerciali, ale organizzazioni politiche, sa quelle sociali e produttive e alle associazioni sportive, l’invito esprimere la loro partecipazione al lutto cittadino con la sospensione delle attività, in segno di cordoglio, a partire dalle 17 di oggi.

I nostri video tutorial
Caterina Lenti

Cosa ne pensa l'autore

Caterina Lenti - Non ci sono parole. Oggi è il giorno dell'addio terreno, dell'ultimo saluto alla piccola e bellissima Elena, strappata ingiustamente alla vita e ai suoi affetti. Non ci sono parole per descrivere l'accaduto. Posso solo porgere le mie pi§ sentite condoglianze ai familiari della vittima, in particolare al papà orfano, con la speranza che la sua piccola, da lassù, possa supportarlo sempre.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!