È appena arrivata la notizia sulla mamma omicida Alessia Pifferi

Il caso di Alessia Pifferi continua a suscitare ancora enorme scalpore in Italia. Intanto sono in arrivo grosse novità per la donna accusata di omicidio: ecco di cosa si tratta.

Pubblicato il 24 ottobre 2022, alle ore 16:21

È appena arrivata la notizia sulla mamma omicida Alessia Pifferi

Ascolta questo articolo

La vicenda della povera Diana, la bimba di appena 18 mesi trovata morta di stenti nella sua culla, continua a turbare profondamente l’opinione pubblica nel Paese. Si tratta senza ombra di dubbio di uno dei casi di cronaca più tremendi della storia recente italiana, si stenta a credere come una bimba così piccola possa essere stata abbandonata al proprio destino con una tale brutalità.

E’ di poco fa una clamorosa indiscrezione sul caso, per Alessia Pifferi potrebbero esserci importanti novità. La 37enne originaria di Crotone è in attesa del risultato di alcune perizie che verranno alla luce con chiarezza tra pochi giorni. Il legale della donna accusata di omicidio si è espressa sul punto in modo netto: ecco cosa ha detto.

L’incredibile notizia

Le indagini sul caso di Alessia Pifferi sono arrivate ad un punto topico: tra pochi giorni, il 30 ottobre, sarà pubblicato l’esito dell’autopsia e degli esami tossicologici. Solo in seguito, chiariscono i legali della 37enne, sarà stabilita la strategia difensiva più adeguata per difendere l’indagata, ora in carcere, dall’accusa di omicidio volontario pluriaggravato.

In particolare, come chiarisce l’avvocato Solange Marchignoli, sarà fondamentale capire la quantità di benzodiazepine trovata nel corpo della piccola Diana. La presenza o meno di grandi quantità di questo farmaco sarà dirimente per poter costituire una prova della premeditazione della donna; ma per l’accusa, la presenza della sostanza sui capelli della bimba è già una dimostrazione delle dosi massiccie alle quali sarebbe stata sottoposta.

Dal canto suo, la Pifferi ha sempre negato di aver somministrato questo farmaco alla figlia, ammettendo di averle dato solo di gocce di paracetamolo. Dalle sue dichiarazioni, la 37enne ha ammesso indirettamente di aver abbandonato la povera Diana, affermando come ritenesse più importante proseguire la relazione col compagno: “…ho ritenuto cruciale non interrompere quei giorni in cui ero con lui, anche quando ho avuto paura che la bambina potesse stare molto male o morire“.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Il caso di Alessia Pifferi continua a suscitare grande sgomento. E' incredibile come una bimba così piccola possa essere stata abbandonata così nella sua culla. Spero che la giustizia faccia presto il suo corso e che simili episodi non si ripetano mai più. E' giusto che la memoria della piccola Diana sia onorata.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!