Dopo l’inchiesta di Striscia la Notizia, scatta il sequestro: sono tossici e mortali

Qualche tempo fa, il noto tg satirico di canale 5, aveva messo in luce questa vicenda criminosa. Ora sono intervenute le forze dell'ordine: ecco come è andata.

Dopo l’inchiesta di Striscia la Notizia, scatta il sequestro: sono tossici e mortali

Ascolta questo articolo

Ancora una volta, è grazie ad una segnalazione di Striscia la Notizia che si è fatta luce su una questione controversa. Il noto tg satirico, si batte da anni affinchè vengano messi in luce fatti di natura criminosa, spingendo poi le forze dell’ordine ad intervenire. E’ il caso della vicenda in questione, che ha visto la Guardia di Finanza procedere con un maxi sequestro.

E’ successo a Monza, nel capoluogo brianzolo, che le Fiamme Gialle, dopo mesi di indagini, si sono attivate per porre ripulire un deposito contenente tonnellate di materiale nocivo. Era gestito da cittadini cinesi. Ecco di cosa si tratta.

L’accaduto

Ancora una volta, è il giornalismo d’inchiesta a fare centro, arrivando ancor prima delle forze dell’ordine a tutelare i cittadini. Dopo un servizio di Striscia la notizia nello scorso gennaio, nel quale si segnalava la pericolosità dei fumi sprigionati dai bastoncini d’incenso smerciati da cittadini cinesi a Monza, sono subito scattate le indagini delle Fiamme Gialle. 

Grazie alla consulenza dell’ASL di Desio, si è appurata, effettivamente, la presenza di materiali tossici, come benzene e taluene, in quantità di gran lunga superiore al limite consentito. Ecco, allora, che scatta il maxi sequestro presso un capannone cinese a Monza, dove sono strate trovate ben 60 tonnellate di bastoncini d’incenso, tutte sequestrate per via della appurata nocività. Scattata la denuncia per 8 persone.

Il giro di affari era cospicuo, ben 4 milioni di euro gli introiti derivanti dalla vendita di questi prodotti gravemente nocivi per la salute. Ora, è allarme in tutta Italia per questo business altamente pericoloso. Le forze dell’ordine non si sono fermate al capoluogo briazolo, ma si sono attivate in tutto il Paese per sventare questi criminali che speculano sulla salute delle persone. Trovata una cittadina indiana che aveva importato i bastoncini d’incenso a Roma, per poi vederli a commercianti e rivenditori.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Speculare sulla salute delle persone è davvero spregevole. Un plauso alle forze dell'ordine che, ricevuta la segnalazione si sono subito attivate per sequestrare il materiale tossico. Speriamo che i criminali siano assicurati alla giustizia e che, questo business che gioca sulla salute della persone, sia presto definitivamente sventato con fermezza.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!