Delitto di Avetrana, la drammatica notizia: è morto (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Un omicidio dal grande impatto mediatico, quello della 15enne Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto del 2010. Secondo il verdetto della Corte Suprema di Cassazione emesso il 21 febbraio del 2017, ad uccidere Sarah Scazzinel 2010 sono state la cugina Sabrina Misseri e la zia Cosima Serrano, condannate all’ergastolo per omicidio volontario.

Lo zio Michele Misseri invece è stato condannato a 8 anni di reclusione per occultamento di cadavere e inquinamento delle prove relative al delitto che, da tutti, rimarrà nelle pagine di cronaca italiane, come “il delitto di Avetrana”. 

La morte della povera Sarah, dietro alla quale ci sarebbe il movente della gelosia nutrita dalla cugina Sabrina per il suo rapporto affettuoso con Ivano, ha devastato l’Italia intera.

L’adolescente venne rinvenuta in un pozzo, nelle campagne di Avetrana ma, nonostante lo scorrere del tempo, nessuno dimentica quanto le è accaduto… un orrore consumato da coloro di cui si fidava, a cui voleva bene e che mai, a detta dell’innocente Sarah, le avrebbero potuto far del quale.

Purtroppo, poche ore fa, è venuta a mancare una persona che ha speso anima e corpo per il caso della piccola Sarah e non solo. Vediamo di chi si tratta.