Coppia uccide due donne e ne mangia i corpi: “Lo abbiamo fatto perché…” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

All’orrore non c’è mai una fine, in alcuni casi. Ci sono storie agghiaccianti, che per davvero si fa fatica a credere rientranti nella realtà. Sembrano il frutto di un regista dell’horror.

Ormai non ci sorprende più nulla, dato che la crudeltà umana è arrivata alle stelle ma quando la cronaca ci mette dinnanzi agli occhi delle tragedie indicibili, lo choc prende il sopravvento.

Incredulità, sgomento dinnanzi a così tanto orrore, pelle d’oca, ribrezzo, disgusto, rabbia, troppa, sino al punto da chiedere la pena di morte per i due carnefici.

Questa è stata la reazione di innumerevoli utenti dinnanzi ad un caso di cronaca nera efferata, avvenuto in India. La storia del cannibalismo risale ai tempi dei Neanderthal per proseguire nei secoli fino ai giorni nostri.

Nelle interviste rilasciate, nel corso degli anni, dai serial killer che sono stati condannati per cannibalismo, è emerso che per alcuni la carne umana ingurgitata avrebbe il sapore di sashimi al tonno fresco e che per altri saprebbe di maiale o di pollo. Confessioni pazzesche, ma purtroppo, su fatto già compiuto.