Come curare i crampi grazie all’aiuto delle piante

I crampi che siano diurni oppure notturni, durano poco ma fanno davvero male. Spesso si manifestano dopo sforzi intensi, ma possono essere avvertiti anche a riposo o mentre si dorme. La natura però ci viene in aiuto.

Come curare i crampi grazie all’aiuto delle piante

Per sconfiggere i crampi muscolari, ci sono altri rimedi oltre ai soliti consigli che comprendono l’assunzione di molta acqua ricca di sali minerali (in particolare acqua ricca di magnesio e calcio), spremute di arancia, banane, frutta fresca e ananas fresco.

Un valido aiuto arriva dalle piante che con le loro preziose proprietà contribuiscono a rilassare i muscoli facendo rientrare in brevissimo tempo questo fastidioso problema. Questi rimedi e in particolare quelli che utilizzano l’assunzione di tinture madri, sono sconsigliati alle donne in gravidanza e durante l’allattamento. In ogni caso prima di ricorrere a qualsiasi rimedio è sempre consigliato il parere di un medico abilitato.

I rimedi naturali per i crampi muscolari

Se i crampi sono piuttosto frequenti, un’alleata preziosa che può venire in nostro soccorso è la tintura madre di passiflora, e nello specifico la Passiflora incarnata. La dose per rilassare il corpo al fine di diminuire le contrazioni dei muscoli è di una trentina di gocce sciolte in pochissima acqua, da assumere per una settimana, prima dei pasti principali.

All’origine dei crampi spesso incontriamo una mancanza di sali minerali. Chi ne soffre può rivolgersi alla tintura madre di equiseto che è ricchissima di sali minerali ed inoltre ha una valida azione depurativa.

Un altro rimedio vincente sono i massaggi fatti in loco. Per questo è molto utile la tintura madre di arnica, che aiuta a stimolare la circolazione. Con una miscela ottenuta da 5 cucchiai di olio di mandorle e uno di arnica massaggiare la zona interessata.

Buoni risultati si hanno anche grazie all’applicazione dell’olio essenziale di maggiorana che va applicato sempre sulla parte e diluito con olio di mandorle.

Mentre se i crampi vi disturbano il sonno e non vi fanno dormire in questo caso è bene affidarsi al macerato glicerico di castagno, che favorisce l’eliminazione delle sostanze tossiche e il ristagno.

I nostri video tutorial
Paola Assandri

Cosa ne pensa l'autore

Paola Assandri - Per mia fortuna soffro raramente di crampi muscolari, anche quando praticavo in maniera assidua attività fisica. Nonostante tutto da alcuni mesi, per rilassarmi ulteriormente, assumo con regolarità prodotti a base di Passiflora incarnata e devo dire che non ho più avuto crampi.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!