Cliente lascia recensione choc: "Mi hanno messo vicino ai gay", la risposta del ristoratore è da applausi

Un episodio assurdo si è verificato in queste ore in Italia, la vicenda ha fatto inorridire i titolari di un noto locale. Vediamo che cosa è successo.

Cliente lascia recensione choc: "Mi hanno messo vicino ai gay", la risposta del ristoratore è da applausi

Ascolta questo articolo

A tutti capita di andare al ristorante e degustare delle prelibatezze. Ormai quasi tutti noi siamo soliti lasciare delle recensioni al locale, anche per far capire se si è gradito o meno le pietanze portate. Scorrendo sulle pagine social dei locali di tutta Italia, e non solo, a volte si possono trovare anche delle recensioni curiose, mentre altre possono anche essere al vetriolo. Solitamente il cliente lascia la recensione al massimo pochissimi giorni dopo aver consumato nel locale.

Ma a volte succede che la recensione arrivi in maniera piuttosto immediata. Ai ristoratori fa sempre piacere comunque leggere le recensioni dei propri clienti, in quanto anche attraverso le critiche si può andare poi a migliorare il servizio. Ma quello che è successo in questi giorni in un locale del vicentino sta facendo inorridire l’Italia intera. Nonostante le parole siano stati gravi la risposta del ristoratore è stata da manuale. Vediamo cosa è successo.

Episodio assurdo

Siamo alla bruschetteria Faedo di Monte di Malo, in provincia di Vicenza. Qui un cliente si è recato a mangiare nel locale e poi ha lasciato una recensione a dir poco scioccante. Sarebbe stato normale se fosse stato per le pietanze, ma le critiche sono arrivate per tutt’altro. “Mi hanno messo a mangiare di fianco a dei gay e sinceramente non mi sono sentito molto a mio agio durante la consumazione. Peccato, perché la bruschetta era molto buona”  – questa la recensione del cliente.

A questo punto è scattata l’indignazione delle persone, che hanno cominciato a rispondere a tono alla recensione. Ma a stretto giro è arrivata la risposta del locale. “Non sapevamo venisse dal Medioevo. A saperlo l’avremmo messa a mangiare nella porcilaia, dove probabilmente si sarebbe trovato più a suo agio” – questa la risposta da applausi del locale.

La vicenda è stata diffusa sui social dalla pagina “I sentinelli di Milano”. I gestori della bruschetteria hanno voluto rendere pubblico anch’essi quanto accaduto. “Invitiamo questa persona a non presentarsi più nel nostro locale e con questo post vogliamo prendere una posizione ben definita contro coloro che la pensano allo stesso modo. Ci sarebbe piaciuto dire direttamente queste cose a tale signore se solo ne conoscessimo il vero nome e cognome” – così ha spiegato la direzione della bruschetteria Faedo.

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - L'episodio accaduto è molto grave e ci fa capire come ancora esistano dei pregiudizi contro le persone omosessuali. Fortunatamente il locale in questione è intervenuto e ha fatto capire a questa persona che il suo pensiero è molto grave. La vicenda ha provocato indignazione in tutta Italia ed è stata ripresa dai principali media del Paese.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!