Carta igienica tossica, l’abbiamo sempre comprata tutti: gettala subito

Si tratta di un prodotto fondamentale consumato da tutti, ma nessuno si informa sulla qualità della stessa. Purtroppo ne è stata scoperta una tossica: ecco quale.

Pubblicato il 18 maggio 2022, alle ore 18:44

Carta igienica tossica, l’abbiamo sempre comprata tutti: gettala subito

Ascolta questo articolo

La carta igienica rientra tra i prodotti più acquistati in quanto viene utilizzata quotidianamente. Tuttavia molto raramente si presta attenzione alla qualità del prodotto, limitandoci ad acquistarne una a caso o quella mena costosa. Ne esistono di molte varietà, ma il consumatore medio non ha molte informazioni in merito, a parte il fatto che sia a doppio o triplo velo, o di quelle profumate con i disegnini.

Difficilmente ci si aspetterebbe che anche la carta igienica possa risultare in qualche modo dannosa. Infatti, oltre l’appartente semplicità del banale rotolo, il prodotto è composto da oltre 100.000 prodotti chimici, alcuni dei quali anche pericolosi: ecco di quali si tratta.

Ecco a cosa fare attenzione

Tra i prodotti chimici più dannosi impiegati per produrre la carta igienica c’è sicuramente il cloro: quest’ultimo è in grado, infatti, di penetrare l’organismo ed entrare in circolo. Ma non si tratta dell’unica sostanza nociva, tra i più tossici c’è anche la candeggina per via della presenza della diossina. Di recente proprio questa sostanza tossica ha prodotto enormi distastri a Seveso, dove un incidente ad una fabbrica di cosmetici ha causato una enorme nube velenosa.

Tra gli effetti novici sul nostro organismo prodotti da questa sostanza, è nota la possibilità di creare squilibri ormonali o del sistema immunitario. In sostanza l’industria impiegherebbe il biossido di cloro per sbiancare la carta igienica, una circostanza che paghiamo a caro presso in quanto, usandola in modo regolare si rischia di introdurre nel corpo Bisfenolo A e Formaldeide.

La carta igienica di maggiore qualità usa invece altri processi più sicuri per sbiancarla, fornendosi dell’impiego dell’ossigeno o di altre sostanze non tossiche come l’ozono e l’idrogeno. Per questi motivi è bene preoccuparsi di acquistare una carta igienica di buona fattura, che sia priva quanto più possibile anche di profumi o colori risultati altrettanto tossici.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Al giorno d'oggi, a causa dell'impiego sempre più massiccio di prodotti chimici, occorre fare attenzione proprio a tutto. Anche la carta igienica può rivelarsi un prodotto tossico e deleterio per il nostro benessere. Bisogna preoccuparsi di acquistarne una di buona fattura, il più possibile priva di qualsiasi sostanza chimica tossica.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!