Boom di ricoveri al pronto soccorso, costretti a chiudere il reparto: cosa sta succedendo (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Il Covid, il virus che, da ormai tre anni, ha letteralmente stravolto e sconvolto le nostre vite, purtroppo, non accenna a diminuire la sua corsa, specie nelle ultime settimane.

Non possiamo dimenticare le immagini dei camion dell’Esercito di Bergamo, sfilare con le bare dei deceduti per questo maledetto virus, lo strazio, l’orrore, il fatto di non poter dare ai propri cari neppure l’ultimo saluto.

Perché il Coronavirus colpisce non lascia scampo, lasciando un vuoto incolmabile, tanta disperazione e un senso di impotenza che continua a pervaderci, a non darci pace, dinnanzi ad intere famiglia decimate.

Sin dalla prima ondata pandemica, nelle nostre vite, oltre che alle preoccupazioni, anche la nostra routine è cambiata. Siamo stati pervasi da un senso di paura nell’affrontare una situazione che è piombata come un fulmine a ciel sereno, portandoci a rivedere i nostri piani, i nostri progetti per il futuro.

L’incertezza, l’imprevedibilità, la mutevolezza dello stesso virus, stanno contrassegnando anche questo periodo. Ma scopriamo, nel dettaglio, cosa sta accadendo.