Bonus Donne con figli a carico: ecco come richiedere il bonus di 1.700 euro

Il Bonus Donne con figli a carico è una nuova misura introdotta dal governo riservato alle mamme svantaggiate.Ecco chi può richiederlo e come fare per riceverlo.

Pubblicato il 31 maggio 2022, alle ore 11:33

Bonus Donne con figli a carico: ecco come richiedere il bonus di 1.700 euro

Ascolta questo articolo

Sono davvero tanti i bonus attivati dal Governo al punto che, spesso, i cittadini non sanno di aver diritto ad una particolare agevolazione e come poterla richiedere. 

Soprattutto in questi ultimi anni, contrassegnati dalla pandemia e dalla crisi umanitaria e conseguentemente economica in corso, si cerca di dare un sostegno a chi è in condizioni più svantaggiate.

Il Bonus donne con figli a carico

Ecco che le donne con figli a carico, che hanno un ISEE basso, possono richiedere, da subito un Bonus a loro dedicato del valore di 1700 euro. Si tratta di un bonus importante, motivato dalle notevoli spese che una neo mamma deve affrontare quando le nasce un figlio. Le domande per i €1700 di bonus comunale vanno inviate al comune ed fondamentale il termine entro il quale può essere presentata la domanda che scade con il compimento del quinto mese di vita del figlio. Il bonus va richiesto al proprio comune di appartenenza e verrà erogato per 5 mensilità. Inoltre è perfettamente compatibile con l’assegno unico dell’INPS, per cui chi beneficerà dell’assegno di maternità comunale lo potrà sommare all’assegno unico, 

Si tratta di un’occasione da non perderem Ma chi può richiederlo? Il requisito principale per poter richiedere questo bonus è essere disoccupate. È infatti un contributo che viene erogato alle madri che non lavorano oppure che, pur lavorando, non hanno tre mesi di contribuzione negli ultimi 18 mesi.È necessario soddisfare anche altri requisiti, ovvero:essere cittadine italiane, cittadine comunitarie e cittadine extracomunitarie, purché munite di permesso di soggiorno in Italia e purché residenti regolarmente nel territorio italiano;aver avuto un bambino (anche in affido o adozione);avere un ISEE che non superi i 17.747,58 euro annui.

Pannolini, latte artificiale, pappe, prodotti per la cura del corpo, tutto ciò che riguarda i neonati ha un prezzo elevato soprattutto in questo periodo di rincari. La misura asi rivela fondamentale per affrontare un periodo difficile ed è necessario continuare a supportare le famiglie, in particolar modo le madri che, spesso, si trovano costrette a scegliere tra lavoro e carriera e mettere al mondo una creatura, subendosi le lamentele della natalità che in Italia diminuisce sempre più. Chissà perchè!

I nostri video tutorial
Caterina Lenti

Cosa ne pensa l'autore

Caterina Lenti - Ritengo che questo bonus sia molto utile e spero che in tanti possano usufruirne, specie in questo periodo storico ed economico cos' delicato, tra rincari all'ordine del giorno e finanze ingestibili. Mi raccomando a controllare bene i requisiti e a presentare la domanda entro i termini stabiliti affinché tutto vada in porto.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!