Bloccato volo per l’Ucraina: non conteneva solo aiuti umanitari

Diretto in Ucraina, era pronto da Pisa, nella giornata del 15 marzo 2022, un volo che doveva contenere aiuti umanitari. Ma quasi all'ultimo, gli aeroportuali bloccano tutto: ecco cosa hanno trovato nell'aereo in partenza.

Bloccato volo per l’Ucraina: non conteneva solo aiuti umanitari

Ascolta questo articolo

Stava per partire dall’aeroporto di Pisa, presso il Cargo Village, un volo che doveva essere di natura umanitaria in partenza per l’Ucraina. Doveva contenere unicamente aiuti umanitari come cibo, medicinali e prodotti di questo tipo, di grande aiuto per sostenere la popolazione di quel Paese che sta facendo i conti con una grave crisi sociale.

Non restava che caricare questi preziosi aiuti umanitari sull’aereo in partenza per l’est Europa. Compito che stavano per svolgere gli aeroportuali di Pisa, quando, accortisi di trovarsi davanti a qualcosa di totalmente inaspettato, hanno deciso di bloccare le operazioni di imbarco.

L’accaduto 

Gli aeroportuali si sono subito accorti che quelle casse non contenevano aiuti di natura umanitaria, ma materiale bellico. A quel punto non potevano far altro che non eseguire l’ordine, in netta contraddizione con la natura di ciò che gli era stato detto che doveva trovarsi in queste casse in partenza. Intervenuta con decisione a denunciare l’accaduto l’Unione Sindacale di Base, che ha fatto presente di denunciare con forza quella che definisce una vera e propria falsificazione, tramite la quale si intende alimentare la tensione in Ucraina sotto il paravento degli aiuti umanitari.

Oltre a questa esplicita denuncia, l’Unione Sindacale rivolge un appello a tutte le strutture di controllo del traffico aereo dell’aeroporto di “continuare a rifiutarsi di caricare armi ed esplosivi che vanno ad alimentare una spirale di guerra”, bloccando nuovamente altri presunti voli “umanitari” come questo. Sempre presso l’aeroporto di Pisa, è stata indetta per sabato 19 marzo un’altra manifestazione. La politica non è rimasta indifferente a questa vicenda, infatti, è stata presentata dal senatore Matteo Mantero di Potere al Popolo una interrogazione parlamentare dove si denuncia l’episodio dell’aeroporto di Pisa e si chiede trasparenza.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Anzichè armamenti, penso che la popolazione abbia urgente bisogno di viveri e medicinali. Non ritengo giusta la decisione del nostro Governo di far partire dall'Italia convogli contenenti armi. E' necessaria maggiore umanità da parte di tutti, offrendo ai popoli sofferenti a causa della crisi internazionale un aiuto concreto per sopravvivere, e incoraggiando allo stesso tempo la pace.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!