Angela Celentano, la conferma dopo l’avvistamento in Sud America (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Sono trascorsi 26 anni dal giorno in cui, della piccola Angela Celentano, si sono perse le tracce, mentre si trovava in gita sul monte Faito, presso Vico Equense, in provincia di Napoli, assieme alla sua famiglia, assieme al gruppo di preghiera che aveva organizzato l’uscita.

Nonostante le tante segnalazioni, nel corso di quasi 3 decenni, tutte puntualmente disattese, papà Catello e mamma Maria, assieme alle 2 sorelle della piccola Angela, che oggi avrebbe 29 anni, non si sono mai arresi, trovando la forza di andare avanti, nella fede che ” è una cosa ben diversa dalla speranza perché non ti abbandona mai”.

Il caso della scomparsa della bimba di 3 anni ebbe, sin da subito, un forte clamore mediatico. Erano le 13: 00 del 10 agosto 1996 quando Angela scomparve nel nulla, in un giorno di sole, che doveva essere vissuto all’insegna della spensieratezza e dell’armonia che è sempre regnata sulla sua famiglia.

Venne vista, per l’ultima volta, scendere presso un sentiero assieme ad altri 2 bambini ma questa non l’unica versione fornita. Altri testimoni hanno, infatti, parlato di un’auto con a bordo uomini di nazionalità straniera, che si aggirava nei pressi del monte Faito.

Ma cosa è accaduto per davvero ad Angela? Dopo anni di ricerche, in questi giorni si sono riaccesi i riflettori attorno a questo caso di scomparsa che tutti gli italiani hanno a cuore. Ma cosa sta accadendo di così eclatante in questi giorni?