Quali faccende domestiche dovrebbero svolgere un bambino a seconda della sua età (2 di 3)

Quali faccende domestiche dovrebbero svolgere un bambino a seconda della sua età

Se tuo figlio/a mette a posto la casa insieme ad altri membri della tua famiglia la sua capacità di collaborazione verrà stimolata. Si sentirà ‘parte di un team’ e abituarlo fin dalle prime fasi della sua vita a lavorare in gruppo avrà notevoli vantaggi per il suo futuro. Si abituerà a seguire le istruzioni di un ‘superiore’ e comunque in generale a lavorare ‘in gruppo’, che è una capacità molto utile in campo lavorativo.

Quali faccende domestiche dovrebbero svolgere un bambino a seconda della sua età

Un altro beneficio enorme riguarderà il suo senso di organizzazione. È stato scientificamente provato che i bambini/e che fin da piccoli partecipano alle faccende domestiche, da grandi, diventano persone più mature, responsabili e organizzate. Chi, invece, viene ‘esonerato’ da questi compiti solitamente avrà più difficoltà a organizzarsi nelle fase successive della sua esistenza. Ovviamente, come per la sua accresciuta capacità di lavorare in gruppo, questo è un beneficio che potrà ‘funzionare’ anche e soprattutto nella vita professionale.

Quali faccende domestiche dovrebbero svolgere un bambino a seconda della sua età

Praticamente tutto il mondo sarà d’accordo che quella di svolgere le faccende domestiche è una abitudine SANA da ogni punto di vista. Perciò se il bambino/a fin da piccolo la considererà tale, andando avanti sarà stimolato a sviluppare abitudini simili, altrettanto sane, o positive che dir di voglia. Inoltre l’essere umano in qualsiasi età ha (quasi) la necessità di sentirsi utile verso il prossimo, per cui sentirsi valorizzati da parte dei propri genitori li farà crescere con una autostima maggiore, che è un altro pregio innegabile.