Le 12 leggi del karma e la filosofia buddista (2 di 3)

Le 12 leggi del karma e la filosofia buddista

Va notato che il buddismo non è una religione da usare, da un punto di vista occidentale. Il buddismo è una religione non teista, poiché non c’è dio onnipotente e creativo. Nel Buddhismo, le leggi provengono dalla natura e la libertà di ogni essere umano è attendibile per aderire al consiglio di questa filosofia, oppure no. In breve, agire bene o non così bene è una decisione individuale e, sulla base di queste decisioni che prendiamo ogni giorno, siamo ugualmente responsabili delle conseguenze e degli effetti che abbiamo fatto.

Le 12 leggi del karma e la loro spiegazione

Ma quali sono queste leggi fondamentali del karma proposte dalla filosofia buddista? E ancora più importante: come possiamo applicarle alle nostre vite per essere un po’ più felici e vivere una vita piena di amore e rispetto per gli altri? Te lo spieghiamo nelle seguenti righe.

Le 12 leggi del karma e la filosofia buddista

La legge essenziale

Quello che fai, ricevi. È la legge delle leggi quando parliamo di karma. Raccogliamo ciò che abbiamo seminato durante la nostra vita. Questo ha una relazione ovvia con il principio causa-effetto: tutto ciò che fai ha il suo ritorno. Soprattutto, le cose negative che facciamo saranno restituite moltiplicate per 10.

Legge della generatività

La missione di ogni essere umano è di essere un partecipante alla vita, e questo implica la creazione. Siamo una parte inseparabile del mondo e dell’universo e con loro formiamo la stessa cosa. La nostra è la responsabilità di prendere il bene che troviamo nel luogo del mondo in cui viviamo, per costruire la nostra vita.

Legge dell’umiltà

Tutto ciò che neghiamo finisce per influenzarci negativamente. Se vediamo solo il lato negativo delle cose e delle altre persone, rinunceremo all’umiltà, a quella virtù che ci consente di crescere moralmente e intellettualmente.

Le 12 leggi del karma e la filosofia buddista

Legge della responsabilità

Dobbiamo accettare la responsabilità per le cose che ci accadono. Se le cose brutte ci capitano molto spesso, potremmo fare qualcosa di sbagliato noi stessi. Questa è una delle leggi del karma che si concentra sulle conseguenze dirette di tutto ciò che facciamo, che può essere buono o cattivo. Ogni atto ha le sue conseguenze, impariamo ad assumerli e affrontarli.

Legge della connessione

Tutto è connesso. Ogni atto, per quanto irrilevante possa sembrare, è collegato a molti altri elementi dell’universo. Come si suol dire, il battito di una farfalla può scatenare uno tsunami. La realtà è complessa e assolutamente tutte le nostre azioni hanno un’eco in futuro.

Legge dello sviluppo

Stiamo cambiando costantemente, in un flusso permanente. Qualunque cosa facciamo nella nostra vita, dobbiamo essere consapevoli di essere sovrani del nostro destino, e per questo dobbiamo evolvere spiritualmente. Se possiamo migliorare la nostra mente, tutto ciò che ci circonda cambierà anche … per il meglio.