I secondogeniti sono le “pecore nere” della famiglia: lo rivela la scienza (1 di 3)

I secondogeniti sono le “pecore nere” della famiglia: lo rivela la scienza

Scopri perché i bambini più piccoli sono le “pecore nere” della famiglia

Secondo gli esperti, i secondogeniti sono le “pecore nere” della famiglia e questa è la spiegazione scientifica: con l’arrivo dei secondi figli, è più facile per i genitori affidarsi ai bambini più grandi per la cura dei più piccoli.

Secondo uno studio pubblicato nel National Bureau of Economic Research, i secondogeniti non solo si comportano peggio, ma sono più propensi a intraprendere attività criminali.

I secondogeniti sono le “pecore nere” della famiglia: lo rivela la scienza

I fratelli più piccoli hanno tra il 20 e il 40% in più di probabilità di essere indisciplinati a scuola o di essere arrestati per attività criminali.

La ragione principale è che i primogeniti hanno l’esempio dei genitori, sono quelli che vengono più educati e con l’arrivo di secondi figli, è più facile per i genitori ad affidare ai figli più grandi la cura per i più piccoli. Gli autori sottolineano: “Il primogenito ha i genitori come modelli, mentre i più giovani hanno i loro fratelli come modelli, che possono essere di due o più anni più grandi di loro”.

I secondogeniti sono le “pecore nere” della famiglia: lo rivela la scienza

Ciò rafforza l’idea che, ancora una volta, l’ordine di nascita influenza la personalità e il comportamento dei bambini quando sono adulti. Per evitare questa situazione, gli specialisti raccomandano di prestare la stessa attenzione a tutti i figli, indipendentemente dall’ordine di nascita. Va bene includere il primogenito nella cura dei più piccoli, ma senza dargli un peso in più o dargli troppe responsabilità. Con un’educazione piena di amore, cura, rispetto e attenzione, i tuoi figli non saranno solo felici durante l’infanzia, ma saranno sani, amorevoli e pieni di felicità da adulti.