Ecco qual è la musica che ci aiuta a fare sport e come influisce sul corpo (2 di 3)

Ecco qual è la musica che ci aiuta a fare sport e come influisce sul corpo

cui le menti dei musicisti hanno più fasci di nervi che fanno da ponte sul lato sinistro del cervello verso quello di destra.

“Quando fai musica, coinvolgi molte diverse aree del cervello, incluse le aree visive, uditive e motorie”, ha detto Schlaug a News in Health. “Ecco perché la produzione di musica è anche di potenziale interesse nel trattamento dei disturbi neurologici”.

La musica triste non ci rende necessariamente tristi.

Secondo uno studio su Frontiers in Psychology del 2013, la musica triste potrebbe non farti scendere le lacrime. I risultati suggeriscono che la musica può

Ecco qual è la musica che ci aiuta a fare sport e come influisce sul corpo

suscitare due tipi di reazioni emotive: emozioni percepite e emozioni provate. Ciò significa che sebbene la musica triste sia tristemente riconoscibile per molti, sperimentarla non è un’esperienza emotivamente oscura.

Si pensa che la musica abbia effetti medicinali positivi.

La musica è stata a lungo usata nei rituali di guarigione in tutto il mondo, e la scienza suggerisce che ci sia una buona ragione in questo. Platone suggerì di usare la musica per trattare l’ansia, Dawn Kent scrisse in una tesi del 2006 all’Università di Harvard intitolata “L’effetto della musica sul corpo umano e la mente”, mentre Aristotele

Ecco qual è la musica che ci aiuta a fare sport e come influisce sul corpo

categorizzava la musica come uno strumento terapeutico, in particolare per trattare quelli con emozioni volatili. E nell’antica Grecia, Apollo governava sia la musica che la guarigione.

“Fisiologicamente, la musica ha un effetto distinto su molti processi biologici”, ha scritto Kent. “Inibisce la comparsa di affaticamento, oltre a modificare il ritmo delle pulsazioni e della respirazione, i livelli di pressione sanguigna esterna e l’effetto psicogalvanico.” Come prova, Kent fa riferimento al libro di Michelle Lefevre del 2004, Playing With Sound: L’uso terapeutico della musica