Costringere un bambino ad abbracciare o baciare un adulto è sbagliato, anche se è un parente (1 di 3)

Costringere un bambino ad abbracciare o baciare un adulto è sbagliato, anche se è un parente

Un’abitudine che molte mamme hanno è quella di insegnare ai propri figli di salutare tutti quando si va da qualche parte. Spesso insistiamo con i nostri figli ad abbracciare o baciare qualcuno specialmente quando si tratta di un parente perché non vorremmo che si offendesse se il piccolo non vuole avvicinarsi. Ma questa abitudine è salutare per i nostri figli? Quale messaggio trasmette? Sforzare un figlio a baciare o abbracciare qualcuno può essere nocivo? Questo argomento merita molta attenzione.

Costringere un bambino ad abbracciare o baciare un adulto è sbagliato, anche se è un parente

Come abbiamo già detto, molti genitori tendono ad insegnare ai propri figli sin da piccoli ad abbracciare o baciare un parente per salutarlo. Anche se può sembrare un gesto innocente, in realtà non lo è. Dietro questo gesto ci sono tanti effetti psicologici che possono manifestarsi su tuo figlio.

I bambini spesso mettono alla prova la nostra pazienza quando si rifiutano di fare le cose che per noi devono fare, come fare il bagnetto, mangiare, dormire, comportarsi in una certa maniera e così via.

Costringere un bambino ad abbracciare o baciare un adulto è sbagliato, anche se è un parente

Tuttavia, rifiutare l’affetto non dovrebbe mai essere considerato un comportamento scorretto o una cattiva educazione. Tutti i bambini dovrebbero essere educati e rispettosi, ma dovrebbero sempre rispettare i loro limiti personali. Le dimostrazioni fisiche di affetto non hanno nulla a che fare con le buone maniere e l’educazione di un bambino.

La prima cosa da fare per un genitore è quella di spiegare ai parenti quali sono le proprie “politiche”. Qualsiasi adulto, che sia un parente o un amico, deve rispettare le decisioni dei genitori.