Cinquanta mamme cantano insieme ai figli affetti dalla sindrome di Down. Il video commuove il web

Cinquanta mamme cantano insieme ai loro figli affetti dalla sindrome di down "Ti amerò per mille anni", il video è emozionante.

Cinquanta mamme cantano insieme ai figli affetti dalla sindrome di Down. Il video commuove il web

Un gruppo di mamme si sono incontrate per creare un commovente video in stile “Carpool Karaoke” con i loro figli affetti dalla sindrome di Down. In vista della Giornata mondiale della sindrome di Down, il 21 marzo, le 50 madri e i loro figli con il linguaggio Makaton hanno cantato la canzone di Christina Perri “A Thousand Years”.

Il linguaggio Makaton è un tipo di linguaggio che utilizza segni e simboli per aiutare le persone che non riescono a comunicare parlando. Il video è diventato virale, il conduttore televisivo James Corden noto per il suo Carpool Karaoke con le celebrità, ha rivelato che il video realizzato dalle mamme con i loro bambini lo ha commosso fino alle lacrime.

Le madri nel video fanno tutte parte di un gruppo su Facebook chiamato Designer Genes, che è destinato ai genitori di bambini con sindrome di Down nati nel 2013/2014.

Hanno deciso di cantare insieme “per mostrare al mondo quanto sia ordinaria e divertente la vita delle persone con la Sindrome di down”. Secondo la 35enne Rebecca Carless, una delle madri che ha partecipato al progetto, l’idea è stata ispirata dai video creati da Singing Hands, un’organizzazione che aiuta le persone a imparare il linguaggio Makaton.

“Volevamo assolutamente che tutti lo vedessero”, ha rivelato Rebecca. “L’idea è che siamo solo delle mamme normali, amiamo i nostri figli, ci amano e sono proprio come gli altri, non li cambieremmo con nessuno.”

Il video è stato pubblicato una settimana fa ed ha oltre 500mila visualizzazioni su YouTube, con molte persone che lo stanno condividendo anche sui social network.

La stessa Perri ha sostenuto il progetto, scrivendo su Twitter che è “così onorata” di aver scelto quella canzone. “Il video si è rivelato migliore di quello che speravamo e la risposta degli utenti è stata pazzesca”.