Chi non ha più l’appendice ha meno probabilità di ammalarsi di Parkinson (1 di 3)

Chi non ha più l’appendice ha meno probabilità di ammalarsi di Parkinson

L’appendice è un organo che ha un determinato ruolo nel sistema immunitario e può contribuire a ridurre la possibilità di sviluppare la malattia di Parkinson.

Un’analisi dei dati di circa 1,7 milioni di svedesi ha rilevato che coloro che avevano rimosso l’appendice, avevano un rischio complessivo inferiore di sviluppare il morbo di Parkinson. Inoltre, sono stati presi dei campioni di tessuto di appendice da pazienti sani e hanno rivelato ceppi proteici simili a quelli trovati nel cervello dei pazienti di Parkinson.

Chi non ha più l’appendice ha meno probabilità di ammalarsi di Parkinson

Insieme, i risultati suggeriscono che l’appendice potrebbe avere un ruolo fondamentale nei primi eventi della malattia di Parkinson, Viviane Labrie, una neuroscienziata del Van Andel Research Institute di Grand Rapids, Michigan, lo ha riferito in una conferenza stampa il 30 ottobre.

Il morbo di Parkinson, che colpisce più di 10 milioni di persone in tutto il mondo, è una malattia neurodegenerativa che porta a difficoltà nel movimento, nella coordinazione e nell’equilibrio. Non si sa quale sia la causa del morbo di

Chi non ha più l’appendice ha meno probabilità di ammalarsi di Parkinson

Parkinson, ma un segno distintivo della malattia è la morte delle cellule nervose, o dei neuroni, in una regione del cervello chiamata substantia nigra che aiuta a controllare il movimento. I corpi di Lewy, che sono per lo più costituiti da frammenti di proteina alfa-sinucleina, si accumulano anche in quei neuroni ma la connessione tra la morte delle cellule e i corpi di Lewy non è chiaro ancora.

I sintomi relativi al Parkinson possono comparire nell’intestino prima di quanto lo facciano nel cervello, così Labrie e i suoi colleghi, hanno rivolto la loro attenzione all’appendice, un tubo sottile lungo circa 10 centimetri che sporge dall’intestino crasso sul lato inferiore destro dell’addome.