129 anni, è la donna più anziana del mondo: “Sono stata infelice ogni giorno della mia vita” (1 di 2)

129 anni, è la donna più anziana del mondo: “Sono stata infelice ogni giorno della mia vita”

Una donna russa di 129 anni, la persona più anziana del mondo ha affermato di essere stata infelice ogni giorno della sua vita e che la sua lunga esistenza è una “punizione”.

Koku Istambulova, che proviene dalla Cecenia, dice di non avere idea di come sia riuscita a vivere così a lungo, credendo che sia semplicemente la “volontà di Dio”. I funzionari dicono che tutti i suoi documenti sono stati persi durante la Seconda guerra cecena, che è durata dal 1999 al 2009.

129 anni, è la donna più anziana del mondo: “Sono stata infelice ogni giorno della mia vita”

Tuttavia, il governo russo dichiara che la donna ha effettivamente 129 basandosi sul suo passaporto che a quanto pare mostra la sua data di nascita come 1 giugno 1889. La durata della vita umana più antica documentata è quella di Jeanne Calment, dalla Francia, che morì nel 1997 all’età di 122 anni. I parenti di Istambulova dicono che la sua unica figlia, Tamara, è morta cinque anni fa, all’età di 104 anni. Hanno anche spiegato che nel corso della sua lunga vita ha anche perso diversi bambini.

129 anni, è la donna più anziana del mondo: “Sono stata infelice ogni giorno della mia vita”

Alla domanda su come è riuscita a vivere così a lungo, Istambulova ha detto ad un intervistatore:

“Era la volontà di Dio. Non ho fatto nulla per farlo accadere. Vedo le persone che vivono a lungo fare sport, mangiare qualcosa di speciale, mantenersi in forma, ma non ho idea di come io sia riuscita a vivere così a lungo. Non ho avuto un solo giorno felice nella mia vita, ho sempre lavorato sodo, scavando nel giardino. Sono stanca, la lunga vita non è affatto un dono di Dio per me, ma una punizione”.