10 pessime abitudini igieniche che rovinano la nostra salute (1 di 2)

10 pessime abitudini igieniche che rovinano la nostra salute

Molti di noi, solitamente, sono sicuri di fare tutto per bene. Usiamo un essiccatore d’aria per asciugarci le mani, immergiamo i piatti nel lavandino e non possiamo passare una giornata al lavoro senza almeno una tazza di caffè. Ma la verità è che gli essiccatori diffondono infezioni, un lavandino bagnato è più pericoloso di un sedile del water, e una tazza pulita non ti salverà dai germi in una macchina da caffè.

In questo articolo, abbiamo raccolto alcune abitudini che possono sembrare del tutto innocenti ma in realtà sono estremamente antigieniche dal punto di vista scientifico e ciò è stato dimostrato dalla ricerca.

10 pessime abitudini igieniche che rovinano la nostra salute

Immergere i piatti in un lavandino

Un lavandino è un ambiente perfetto per i batteri: lì puoi trovare salmonella, bacillo del colon o stafilococco. Per evitare disturbi allo stomaco e all’intestino, è necessario lavare il lavandino non solo dopo aver lavato i piatti, ma anche dopo aver contattato alimenti come pesce, carne cruda, latticini e verdure. Una pila di piatti imbevuti è una soluzione facile ma non sicura.

Lavarsi le mani con acqua calda

Alcuni ricercatori dicono che la temperatura dell’acqua non influenza l’uccisione di germi.

10 pessime abitudini igieniche che rovinano la nostra salute

Il tempo trascorso a lavarsi le mani è più importante in questo caso: in 5 secondi non si pulisce nulla ma in 30 secondi si possono uccidere tutti i batteri sulle mani. Lavando spesso le mani in acqua calda, si riducono le funzioni protettive della pelle e possono verificarsi irritazioni o dermatiti.

Non struccarsi

A volte ci precipitiamo dall’ufficio alla palestra e pensiamo che passare il tempo a togliere il trucco sia inutile visto che finiremo per fare una doccia dopo l’allenamento. Tuttavia, durante l’allenamento, la nostra pelle ha bisogno di respirare e di pulirsi.