Come trasformare un paio di jeans in una gonna

Se siamo affezionate a un paio di jeans, ma stanche dei soliti pantaloni ecco una soluzione facile da eseguire: trasformare i jeans in una gonna sportiva

Come trasformare un paio di jeans in una gonna

Più i jeans sono o sembrano usurati dal tempo e più appartengono al mondo della moda. Se siamo stanchi di indossarli come pantaloni possiamo sempre trasformarli in qualcos’altro, in una borsa o meglio ancora in una gonna.

Va chiarito fin da subito che vogliamo solo trasformare un paio di jeans che ancora ancora riusciamo a indossare. Il tutorial non insegna a stringere o ad allargare, ma solo a convertire, il bacino infatti non verrà toccato. Ecco cosa serve e come fare.

Per ottenere una gonna dènim a partire da un paio di pantaloni occorrono:

  • macchina da cucire
  • un paio di forbici
  • due spagnolette, una di filo nero o blu e una dello stesso colore delle cuciture esterne dei pantaloni
  • filo da imbastire
  • gessetto da sarta
  • metro da sarta
  • spilli

Prima di tutto scucite la parte interna dei pantaloni facendo attenzione a non strapparli. A volte si riesce a prendere il filo che in un intreccio tiene unite le parti, tirandolo senza troppa forza si riesca a scucire senza fatica, quindi stirate i pantaloni tenendo ben aperte le cuciture.

Piegatemo i pantaloni in verticale, prima davanti con davanti e poi dietro con dietro, fissandoli con gli spilli. A questo punto è facile individuare la parte del cavallo dei pantaloni che va tagliata lasciando un margine di un centimetro e mezzo per le cuciture. Il taglio deve essere dritto.

Togliete gli spilli e riposizionare i pantaloni sul tavolo per disegnare con il gesso la lunghezza della gonna. Questa può essere definita in base ad altezza, al nostro “piacerci” e a come sta andando la moda. Quindi tagliate la parte che per il momento va esclusa, ma che subito dopo ci servirà.

In questo momento la gonna stesa sul tavolo è aperta davanti e dietro, chiudetela unendo i due davanti tra loro e i due dietro sarebbe un errore, a meno che non vogliamo ottenere una mini-mini gonna. Per avere una gonna con una apertura che permetta la camminata, bisogna ritagliare dal pezzo di pantalone escluso due triangoli isosceli per unire davanti a davanti e dietro a dietro, quindi misurare la larghezza della stoffa mancante per la camminata, base dei triangoli e la lunghezza, altezza dei triangoli.

Unite le parti prima con gli spilli poi con il filo da imbastire. Provate la gonna guardandosi allo specchio, se veste bene ripassate le cuciture interne con il filo scuro e ribattere le cuciture esterne con il filo dello stesso colore con cui erano state fatte le cuciture esterne dei jeans, altrimenti ritoccare là dove è necessario.

I nostri video tutorial
Marilena Carraro

Cosa ne pensa l'autore

Marilena Carraro - Eseguire questi piccoli lavori di sartoria dà di certo tanta soddisfazione e permette di dire: "L'ho fatto io". Nel momento in cui i pantaloni sono aperti può nascere un senso di confusione del tipo: "E adesso, come li prendo in mano?". Mantenendo la calma e la riflessione ogni cosa andrà al suo posto presto.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!