Come riconoscere un outfit negativo: i colori freddi e neutri

Quando crei un abbinamento per il tuo outfit, spesso non ti accorgi che il tuo umore è influenzato da ciò che indossi. Ecco quali sono i colori da evitare.

Come riconoscere un outfit negativo: i colori freddi e neutri

Ascolta questo articolo

Quando al mattino scegli il tuo outfit con cura, ti sei mai chiesta se quell’abbinamento ti aiuterà a superare la giornata mantenendo il tuo umore positivo? Hai mai pensato che ciò che indossi non sempre trasmette vibrazioni buone? I colori influenzano la nostra vita più di quanto tu possa immaginare.

Da ciò che indossi, dagli accessori al make up, nonchè dagli arredi, tutto trasmette energie. La cromoterapia serve proprio a curarsi con i colori.

I colori freddi: quali sono?

Incominciamo con il precisare che non esistono solo colori positivi o negativi. Erroneamente i colori freddi, o lunari, vengono considerati in maniera negativa. Ma non è così.

I colori freddi sono quelli che nello spettro cromatico sono complementari ai caldi. Blu, verde e viola sono i freddi per eccellenza, nonostante solo il blu sia un colore primario, mentre gli altri due sono composti dal blu e da un colore primario caldo (blu e giallo per il verde e rosso e blu per il viola). 

Lati negativi del colore blu

Quando indossi il blu, devi essere una persona predisposta ad una certa apertura mentale, perché utilizzandone troppo rischi un irrigidimento dei pensieri, trasformando i giudizi in pregiudizi.

Non indossare il blu, soprattutto nelle tinte scure, quando sei triste, avresti problemi a concentrarti sulla visione positiva delle cose, cadendo così in uno stato apatico incline alla depressione. Se il blu è miscelato col nero, trasmette disperazione. 

Lati negativi del verde

Per non farti coinvolgere negativamente dal verde, devi essere una persona equilibrata, o comunque in cerca di equilibrio. Se non lo sei, diventa un veicolo verso stati importanti di follia.

Se il verde è miscelato con il bianco, e non hai un grado di maturità sufficiente a contrastarlo, rischi di fare i conti con la tua povertà di pensiero. Trovi quasi difficoltoso, ed a volte inutile, mantenere viva la tua voglia di sapere, ti fossilizzi su pochi pensieri e non senti il bisogno di conoscenza.

Lati negativi del viola

Uno dei colori più empatici in assoluto, si può trasformare in un’arma a doppio taglio. Se il tuo stato altruistico non deriva dalla voglia di aiutare, ma di carpire stati d’animo che possano egoisticamente volgere a tuo vantaggio, il viola ti porta ad essere una persona manipolatrice, subdola, priva di sentimenti.

Miscelato con il nero, trasmette lealtà. Se aggiungi il bianco, è tutto incentrato su di te, fingi sentimenti che non provi. Ecco perchè per non subire l’inflessione negativa del viola devi essere una persona generosa, senza nessun doppio fine. Evitalo anche se hai problemi economici, potrebbe spingerti a gesti disperati.

I colori neutri: il bianco e il nero

Si chiamano colori neutri perchè non fanno parte dello spettro cromatico. Infatti il bianco è la somma di tutti i colori e il nero la sottrazione. insieme sono lo yin e lo yang. Tanto diversi e tanto simili. Infatti entrambi, nell’accezione negativa, trasmettono il vuoto, l’assenza. Non a caso, il bianco nelle culture orientali e il nero nelle culture orientali, è considerato il colore del lutto.

I nostri video tutorial
Maria Ronchi

Cosa ne pensa l'autore

Maria Ronchi - Ogni cosa, emozione, sentimento ha sempre un lato positivo e uno negativo. Anche per i colori è la stessa cosa. Ecco perché dico che non esiste una categoria positiva e negativa, piuttosto uno stato d'animo che si contrappone. Saper usare i colori a proprio vantaggio, studiandoli, ma soprattutto facendo anche un esame introspettico, ti può aiutare a superare diversi problemi.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!