Brillantino al dente: cos’è, dove si fa e costo indicativo

Il brillantino al dente è da alcuni anni richiesto dagli uomini e dalle donne che vogliono puntare sul proprio sorriso come arma di seduzione e di relazione. Ecco come e dove si fa e i costi indicativi del trattamento.

Brillantino al dente: cos’è, dove si fa e costo indicativo

Tra le mode e tendenze, insieme ai piercing al naso, all’ombelico o al labbro, negli ultimi anni sta ritornando di moda il brillantino al dente. Uno sfizio e capriccio, maschile e femminile, che consiste nell’applicare sul dente un piccolo strass. In tanti lo scelgono perché questo piccolo gioiello rende il sorriso più luminoso, accattivate e attraente. Considerato elegante e raffinato, è la soluzione ideale per chi non vuole fare un piercing e desidera focalizzare l’attenzione degli altri sul proprio sorriso.

Economico rispetto a un piercing, la sua applicazione richiede l’intervento di un odontoiatra e non è per nulla doloroso. Questa può essere effettuata anche nei centri estetici che annoverano un personale specializzato. In commercio e sul web, inoltre, è possibile acquistare un kit fai da te che permette la sua applicazione in modo autonomo.

Scopriamo insieme di cosa si tratta, come e dove si applica e il suo costo.

I giovani che lo preferiscono ad altri piercing sono tanti
E’ molto apprezzato dai giovani

Cos’è il brillantino al dente

Il brillantino al dente, noto anche come cristallino dentale, è un piccolo cristallo che va applicato sulla superficie esterna di un dente. Solitamente, va applicato su uno degli incisivi laterali superiori proprio per mettere in risalto il sorriso.

Questo gioiello può essere di diversa forma e colore; non è considerato un vero e proprio piercing perché a differenza di quest’ultimo non implica una foratura.

Quando l’applicazione è eseguita da mani esperte, il brillantino può rimanere attaccato al dente anche per anni.

Per applicare il brillantino al dente bisogna prima fare la pulizia dei denti
Prima di applicare il brillantino al dente è necessaria la pulizia dei denti

Dove si fa

L’applicazione del brillantino dentale è solitamente eseguita da un odontoiatra; tuttavia, ci si può rivolgere anche ai centri estetici specializzati o acquistare i kit fai da te.

Per una questione di sicurezza, è comunque consigliabile fare applicare il gioiello da un dentista. Solo in questo modo si potrà evitare il rischio che il brillantino cada o di rovinare la superficie del dente.

Come si applica il brillantino al dente

Il brillantino al dente si applica in modo molto semplice ed è indolore. Dopo aver eseguito la pulizia dei denti, il dentista, o l’igienista dentale, isola il dente con una diga di gomma. A questo punto, per incollare lo strass, si procede all’applicazione di una sostanza adesiva liquida che fissa il brillantino. Questa sostanza è precedentemente foto-polimerizzata per garantire una maggiore durata e stabilità dello strass nel tempo.

Applicazione fai da te

Il brillantino al dente può essere applicato anche in modo autonomo. In commercio, infatti, esistono diversi kit che comprendono tutto il necessario per la sua applicazione. Anche se il costo è inferiore, i rischi di fare errori, di danneggiare i propri denti o di incorrere in rischi più gravi sono molteplici.

Per applicare lo strass serve colla per denti, una pinzetta, il brillantino e del cotone.

Dopo aver scelto il dente sul quale applicare lo strass, pulite il dente con un batuffolo di cotone imbevuto di acqua ossigenata. In questo modo si renderà il dente asciutto e pronto al posizionamento del brillantino. Se il dente rimane umido, la colla potrebbe non aderire ad esso e lo stress cadere in pochissimo tempo.

Aiutandovi con una pinzetta applicate la colla sul retro del vostro brillantino e, senza perdere toppo tempo, incollatelo al dente. Affinché aderisca perfettamente, eseguite una piccola pressione tra dente e strass per almeno 15 minuti. Fate attenzione che la colla non tocchi le labbra, le gengive, la lingua.

Costi dell’applicazione del brillantino al dente

Il prezzo della sua applicazione presso uno studio dentistico varia dai 45 ai 70 euro; tuttavia, la relazione costo-durata è conveniente. Inoltre, se si desidera rimuoverlo prima non serve far altro che recarsi nello studio dentistico e questo verrà rimosso, in modo indolore, con una pinza.

In un centro estetico, invece, il costo è inferiore e varia dai 10 ai 20 euro. Bisogna però considerare che la sua durata è inferiore. In questi casi, infatti, il brillantino si stacca dopo circa 4 mesi.

Anche con il brillantino al dente bisogna mantenere i denti puliti
E’ fondamentale una corretta pulizia dentale

Rischi

Quando l’applicazione del cristallino dentale è eseguita da mani esperte e competenti, i rischi sono inesistenti. È importante, infatti, che anche in questo caso siano utilizzati strumenti sterili e che l’ambiente sia igienico.

La caduta improvvisa dello strass, per esempio, è la principale conseguenza di una scarsa professionalità e dell’uso di prodotti non professionali.

Tuttavia esistono dei rischi ancora più importanti e gravi legate alle cause sopra elencate. Tra queste, le più importanti sono il danneggiamento dello smalto e la possibilità di contrarre malattie infettive. Queste ultime, in particolare, sono una conseguenza dell’uso di materiali non professionali, di strumenti non igienizzati, del distacco, ingestione o inalazione del brillantino.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!