Vermi nelle feci dei bambini: sintomi, cause e rimedi

Trovare dei vermi nelle feci dei bambini non è inusuale; l'infezione si diffonde per via oro-fecale e si può curare facilmente con dei farmaci specifici, un vermifugo e un antiparassitario. La prevenzione è molto importante per evitare che il problema si ripresenti in futuro.

Vermi nelle feci dei bambini: sintomi, cause e rimedi

Trovare dei vermi nelle feci dei propri bambini non è mai piacevole ma può accadere. In realtà, questo fenomeno non deve creare allarmismo perché non è pericoloso ma solo fastidioso per il prurito che comporta alla zona anale e anche vulvare, se si tratta di una bambina. I bambini più colpiti sono quelli nella fascia d’età della scuola dell’infanzia e della primaria.

Così come l’infezione bocca mani piedi, anche in questo caso si tratta di un’infezione che si diffonde per via oro-fecale, cioè attraverso il trasferimento dall’ano alla bocca a seguito di una cattiva igiene dopo che i bambini sono andati in bagno.

Questi vermi, ascaridi o ossiuri, sono difficili da vedere a occhio nudo perché minuscoli, biancastri, filiformi e sottili.

Con la cura farmacologica adeguata e alcuni rimedi naturali questi “ospiti” vanno via senza troppe difficoltà; è comunque importante informare e chiedere aiuto al proprio medico e pediatra.

I vermi nelle feci sono conseguenza di scarsa igiene delle mani
l contagio che causa i vermi nelle feci avviene per via oro-fecale

Vermi nelle feci dei bambini: i sintomi

Il sintomo più evidente della presenza di vermi nelle feci è il prurito che porta il bambino a grattarsi continuamente il sedere o, se è una bambina, anche la zona vulvare.

A volte, oltre al prurito, si possono aggiungere altri sintomi che solitamente non vengono identificati con l’infezione e che si manifestano in modo leggero; i più comuni sono la febbre, la tosse secca, la mancanza di fiato, la respirazione sibilante, il mal di pancia, la nausea, il vomito, agitazione e fastidio, difficoltà a dormire bene, viso pallido ed occhiaie, perdita di peso, svogliatezza.

Cause e contagio

Questi vermi vivono nell’intestino e si diffondono disperdendo le uova nelle feci dell’ospite (il bambino). La trasmissione è quindi oro-fecale cioè vengono ingerite le uova eventualmente presenti nell’ambiente. Dalla bocca le uova si spostano nell’intestino, dove si schiudono dopo 1 – 2 settimane e, da qui, migrano verso l’ano, dove depongono le loro uova. Nelle bambine, le uova si spostano anche verso la vagina, provocando infiammazione della zona vulvare.

Per quanto riguarda il contagio questo può avvenire non lavandosi le mani e portandole sporche alla bocca, consumando frutta e verdura non lavata o portando oggetti non puliti o infetti, come i giochi, gli asciugamani, le lenzuola, alla bocca.

se i giochi sono stati infettati dai parassiti è possibile il contagio
Il contagio dei vermi può avvenire portando in bocca oggetti o giochi

Diagnosi dei vermi nelle feci

La diagnosi avviene attraverso le analisi delle feci che individuano attraverso il microscopio la presenza delle uova del parassita. In seguito si potrebbe richiedere di eseguire delle analisi del sangue.

Oltre a questi esami, possiamo verificare la presenza delle uova del parassita applicando sull’ano un particolare scotch che, tenuto per circa 15 minuti, raccoglie eventuali uova e parassiti. E’ importante applicare il nastro non appena il bambino si sveglia, poiché il movimento e il lavaggio del sedere del bambino possono far diminuire la presenza di uova e quindi sfalsare il risultato del test.

Come eliminare gli ossiuri

Se il bambino ha i vermi, la terapia per guarirlo è molto semplice. Tuttavia, è importante che venga eseguita correttamente, altrimenti questi parassiti rischiano di proliferare.

La terapia farmacologica prevede la somministrazione di vermifugo che deve essere prescritto dal pediatra. Poiché questo rimedio elimina i parassiti ma non le uova, al vermifugo si deve associare la somministrare di un farmaco antiparassitario per via orale.

Rimedi naturali

Sebbene esistono dei rimedi naturali contro il problema è bene, quando si tratta vermi nelle feci dei bambini preferire i farmaci.

Tra i rimedi naturali per eliminare questi parassiti si possono preparare delle tisane con l’assenzio, il mallo di noce verde, i chiodi di garofano o il tanaceto. È efficace anche bere, una o due volte al giorno, un bicchiere d’acqua con un cucchiaino di aceto di mele.

Anche l’aglio e la cipolla frullati, così come il mangiare carote, secondo i rimedi della nonna, possono aiutare a debellare la presenza di questi vermi intestinali.

Per favorire il transito intestinale e espellere questi vermi sono utili le banane, i cachi, le prugne, le albicocche, il melone, l’uva, i fichi d’India e i fichi.

Il bambino che ha i vermi può essere irrequieto
Oltre al prurito anale il bambino può essere irrequieto

Accorgimenti e fare prevenzione

Quando vengono riscontrati i vermi nelle feci è fondamentale disinfettare la casa e gli indumenti; è sufficiente lavare in lavatrice almeno a 60° C tutta la biancheria intima, le lenzuola, i copripiumini e gli asciugamani e gettare via eventuali spugne utilizzate per lavarsi.

Anche i giochi dovranno essere disinfettati con lo stesso sistema.

È importante che il bambino non si gratti il sederino e che impari a lavarsi con cura e attenzione le mani.

Anche tagliare frequentemente le unghie del bambino può evitare che questi vermi si annidino nelle fessure tra unghia e pelle per poi finire in bocca.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!