Tragedia in sala parto: dopo ore di sofferenza, finalmente dà alla luce il suo bimbo

Dopo un parto particolarmente sofferto riesce finalmente a dare alla luce il suo bambino. Quello che succede dopo poco ha dell'incredibile: ecco di cosa si tratta.

Tragedia in sala parto: dopo ore di sofferenza, finalmente dà alla luce il suo bimbo

Ogni donna che abbia mai dato alla luce un bambino conosce perfettamente le atroci sofferenze del parto. Talvolta sono costrette a patire persino delle spiacevoli complicanze, che ne possono mettere profondamente a rischio la salute. E’ ciò che è successo a questa donna inglese, sfortunata protagonista di una vicenda che le ha cambiato per sempre la vita. 

Da tempo desiderava mettere al mondo un figlio, e così dopo ben 3 aborti spontanei è riuscita alla fine a portare a termine la tanto desiderata gravidanza. Tuttavia, dopo aver fatto fronte ad un parto particolarmente impegnativo, la donna è incappata in un brutto incidente che non aveva messo in conto: scopriamo di cosa si tratta.

L’accaduto

Originaria di Coventry, in Inghilterra, Debbie Armstrong è la sfortunata protagonista di una vicenda che ha fatto il giro del mondo. Nel lontano settembre del 2010 ha messo al mondo il suo primo figlio presso l’ospedale University Hospitals Coventry and Warwickshire NHS Trust, contro il quale è ora in causa per via di un presunto errore medico verificatosi proprio durante il parto.

Per via dell’enorme sforzo prodotto durante un travaglio particolarmente complicato, le sue feci sono finite nella vagina. Una grave complicanza che le ha prodotto enormi problemi di salute, al punto che è stata costretta a sottoporsi a ben 8 interventi chirurgici, che si sono rivelati del tutto inconcludenti.”La mia vita è completamente cambiata. Stare dietro a mio figlio è faticoso e sono costretta a prendere degli antidepressivi perché non ho le forze”- ha dichiarato Debbie in preda a grande disperazione per le sue attuali condizioni di salute.

Ora la donna ha deciso di fare causa all’ospedale in quanto il suo guaio poteva essere evitato: a quanto pare era sufficiente considerare che la testa del nascituro era messa in una posizione insolita. A provocarle quel grave inconveniente sarebbe stata una lacerazione dell’intestino, che ha provocato poi il versamento delle feci nella vagina. Purtroppo i medici non sono riusciti a risolvere il suo problema ed ora è costretta ad indossare un sacchetto per le feci

Continua a leggere su Fidelity Donna