Lingua a fragola nei bambini: cause principali e cosa fare

La lingua a fragola, problema diffuso soprattutto tra i bambini, si manifesta con puntini rossi a seguito di malattie o problemi più o meno passeggeri. La causa principale può essere una malattia esantematica come il morbillo o la scarlattina.

Lingua a fragola nei bambini: cause principali e cosa fare

La lingua a fragola è un sintomo diffuso soprattutto fra i bambini, ma può manifestarsi anche negli adulti. Si caratterizza per la presenza di puntini rossi di piccole dimensioni sulla lingua ed è facilmente individuabile. In alcuni casi può addirittura gonfiarsi e assumere totalmente il colore rosso.

In presenza di lingua a fragola è sempre bene rivolgersi al proprio medico per capire la causa che l’ha scatenato e, al limite, farsi prescrivere dei medicinali a seconda delle proprie esigenze. Di seguito si indicano alcuni dei fattori scatenanti più comuni e cosa si può fare per porre rimedio al disagio.

Lingua a fragola: cause principali

La causa principale nei bambini può essere una malattia esantematica come il morbillo, la rosolia o la scarlattina. Le malattie esantematiche sono diffuse tra i più piccoli e derivano da virus. L’esantema, ovvero l’eruzione cutanea, è il sintomo tipico con il quale si manifestano. Mentre per il morbillo e la rosolia la situazione può facilmente risolversi lasciando fare alla malattia il proprio decorso naturale, la scarlattina necessita di cura antibiotica.

Esempio di lingua a fragola
Esempio di lingua a fragola

La scarlattina e quarta malattia (altrimenti detta scarlattinetta) è una patologia infettiva batterica contagiosa, causata da ceppi di streptococco. L’agente eziologico della scarlattina è precisamente lo streptococco B emolitico del gruppo A. Resta solitamente incubata per un periodo compreso tra 1 e 7 giorni e il contagio può essere facilitato dalla frequentazione di ambienti affollati come ad esempio le scuole. Viene trasmessa tramite il contatto con secrezioni respiratorie di soggetti infetti da streptococco. Altri sintomi tipici della scarlattina possono essere febbre, mal di gola e linfonodi ingrossati.

Altre cause

Tuttavia, ci possono essere altri motivi per cui si può manifestare la lingua a fragola nei bambini, tra questi c’è sicuramente la glossite, un’infiammazione che causa anche ingrossamento delle papille gustative e alterazione dei gusti (specialmente negli adulti).

Anche una carenza da vitamine importanti per l’organismo come l’acido folico (fondamentale in gravidanza) o la vitamina B-12 può essere causa di papille gustative rosse e lingua con l’aspetto da fragola. In questo caso il fastidioso problema alla lingua non sarà accompagnato da febbre come invece può succedere in concomitanza di malattia esantematiche sopraddette.

In questo caso viene definita lingua a carta geografica proprio per l’aspetto quasi da mappa tipico delle cartine geografiche: in superficie si possono manifestare chiazze rosse, qualche volta possono avere anche dei bordi bianchi e non restano fisse sugli stessi punti.

Solitamente è una manifestazione che provoca disagio ma non è grave: si tende a rivolgersi al dentista quando persiste o se disturba particolarmente l’affetto provocando dolore; in quest’ultimo caso il medico può decidere di prescrivere dei farmaci appositi per alleviare il fastidio del paziente. Nella maggior parte dei casi il problema si risolve spontaneamente.

La lingua a fragola può purtroppo essere causata da altre patologie importanti come la sindrome di Kawasaki. Questa malattia si manifesta in genere nei bambini sotto gli otto e i cinque anni e colpisce i vasi sanguigni dei piccoli. Da tenere particolarmente sotto controllo perché, seppur in rari casi, se collegata a patologie cardiache può avere delle conseguenze piuttosto serie come la morte. Di solito si manifesta con febbre alta, piedi e mani gonfie e arrossate, ma può presentarsi anche esantema e congiuntivite.

Causa di puntini rossi sulla lingua può essere, inoltre, una reazione allergica a farmaci o alimenti. Risulta necessario rivolgersi al medico o all’ospedale più vicino se ci si accorge di essere stati colpiti da anafilassi, nei casi più gravi lo shock anafilattico può infatti portare alla morte.

Consultare subito il pediatra alla comparsa dei primi sintomi
Consultare subito il pediatra alla comparsa dei primi sintomi

Cosa fare in caso di lingua a fragola

Come si può evincere, in tutti i casi, la cura è correlata alla causa principale che l’ha scatenata: prima si tratta la malattia principale e poi si risolve il problema dei puntini rossi sulla mucosa linguale. Come si può procedere allora per risolvere il problema?

Se ci si trova davanti a una malattia esantematica sarà necessario lasciare che il morbillo o la rosolia passino facendo il loro decorso naturale, salvo complicazioni più gravi che richiedono l’intervento medico. Se si tratta di scarlattina si deve procedere assumendo gli antibiotici adatti, prescritti dal medico, e, una volta effettuata la terapia, anche il fastidioso problema dei puntini sulla lingua scompare.

Se ci trova in presenza di carenza da vitamine B-12 o acido folico, va assunta la dose giusta di queste, di modo che si riesca a compensare lo squilibrio. Se invece la causa è una reazione allergica e ci si accerta di questo, bisogna rivolgersi al medico, il quale trova la terapia adeguata al proprio caso (solitamente la cura è rappresentata da antistaminici, cortisone nelle crisi più acute).

Per ciò che riguarda la sindrome di Kawasaki, che si può diagnosticare tramite specifici esami di laboratorio, è discrezione del medico cercare la terapia migliore per debellare la malattia: nella maggior parte dei casi si procede con un ciclo di immunoglobine per via endovenosa e aspirina.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!