Italia, 3 maestre picchiano e umiliano bambini: arrestate (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Le scuole sono il luogo in cui noi lasciamo i nostri figli ogni giorno. Ci fidiamo ad occhi chiusi delle maestre, ritenendo gli istituti scolastici dei posti sicuri, in cui i piccoli possono imparare, interagire, crescere.

Ed è così che avviene nella maggior parte dei casi. I nostri bambini tornano felici dalle lezioni, fanno i compiti, si sentono con gli amichetti per poter trascorrere il pomeriggio insieme.

Dei genitori attenti percepiscono, già dagli occhi dei loro figli, se c’è qualcosa che li turba. Se non ci si ferma a sentire, ma ad ascoltare, se si osservano attentamente i comportamenti, è possibile intuire se hanno avuto una cattivo voto, una nota o se manifestano dei disagi.

Qualsiasi tipo di disagio non passa indifferente perché, specie se si ripete spesso, è indice di qualcosa che non va. Purtroppo ci sono delle terribili eccezioni, costituite da maestre che maltrattano i loro alunni.

La cronaca ci ha restituito spesso episodi che parlano di piccoli studenti picchiati e umiliati. In proposito, vi racconterò quanto accaduto nel 2019 proprio a Roma.