Challenge da fare: le più divertenti per bambini e adolescenti

I challenge da fare all'aperto o al chiuso che appassionano bambini e adolescenti sono tantissimi. Eccone alcuni, anche intramontabili

Challenge da fare: le più divertenti per bambini e adolescenti

I challenge, ovvero le sfide in squadra o a singolo, piacciono a tutte le età; per i bambini e gli adolescenti rappresentano un modo divertente e originale per trascorrere un pomeriggio differente in compagnia. Sono adatti anche per le feste. Ma quali sono i challenge da fare in modo sicuro?

Di queste sfide ne esistono tantissime ma devono essere scelte in base all’età. Specialmente quando si parla di bambini e adolescenti, genitori o insegnati possono suggerire, ed aiutare, le sfide più adatte e divertenti; un adulto potrà anche indirizzare verso giochi semplici o complessi ma soprattutto non pericolosi.

La particolarità di queste sfide è che si fanno con niente ma non per questo risultano meno interessanti, coinvolgenti e divertenti di altri. Sono un’alternativa a giochi interattivi su computer e consolle.

Queste sfide si possono fare in casa, insieme ad altri giochi tra le mura domestiche, oppure all’aperto. Scopriamo quali sono le sfide migliori che appassioneranno bambini e adolescenti.

I giochi di gruppo si definiscono challenge
I challenge sono sfide e giochi di gruppo

Challenge da fare in casa

Gli indovinelli appassionano grandi e piccini; sono ideali per delle vere e proprie sfide a colpi di logica e deduzione. Nei challenge, la sfida ad indovinelli si basa sul riuscire ad indovinare di cosa si tratta nel tempo indicato.

Un altro gioco a squadre da proporre è sfida in rime. Il challenge consiste nel fare dire una frase ad un giocatore e, a ruota, gli altri formano un’altra rima. Nel creare una poesia in rima, perde chi non trova il proprio verso in rima.

Indovina il motivo misterioso è un gioco da fare a squadre. L’obbiettivo è indovinare una canzone che viene fischiettata o cantata a bocca chiusa. Nel gioco si alternano le squadre a cantare o indovinare il motivo.

Sempre da fare in casa, specialmente con i più grandi, è il gioco Inventa una storia. Divisi i partecipanti in gruppi, l’obiettivo è inventare una parte di una storia alternandosi tra le squadre e cercare di completarla nel meno tempo possibile.

Nel gioco del silenzio, invece, i giocatori devono rimanere in silenzio più a lungo possibile. Perde chi parla per primo.

Un altro gioco da fare in squadra è indovina l’oggetto misterioso. Si tratta di chiudere un oggetto in una scatola di cartone che ha una fessura. Il giocatore dell’altra squadra infilerà la mano nella scatola e dovrà indovinare l’oggetto misterioso.

Sono ideali per fare giocare i ragazzi senza i computer
Sono un’alternativa ai giochi su computer

Challenge da fare all’aperto

Insieme a nascondino e sardina, un altro challenge da fare in compagnia che appassiona bambini e adolescenti è Guardie e ladri. Il gioco consiste nel dividere i partecipanti in due squadre, generalmente in numero disuguale, composto da guardie e ladri. Ci sono due o tre ladri per ogni guardia. Prima dell’inizio del gioco le guardie si radunato in un punto prestabilito, mentre i ladri si dividono nell’area gioco. Al segnale, le guardie devono catturare il numero maggiore di ladri. Ogni ladro preso deve fermarsi in un’area detta “prigione” e tende la mano verso i giocatori. Se un altro ladro, senza essere preso, riesce a toccare la mano del prigioniero, questo ritorna libero. I prigionieri possono formare una catena e, se un ladro libero tocca il primo prigioniero, sono liberi anche gli altri.

Il tiro alla fune, come la corsa dei sacchi sono altri giochi che divertono i bambini e gli adolescenti.

Il nascondino è tra i challenge da fare
Tra I challenge da fare e provare c’è nascondino

Challenge da fare senza squadre ma in compagnia

Ci hanno giocato i nostri genitori prima di noi, e prima ancora i nostri nonni. Stiamo parlando di nascondino e sardina che, con un po’ di attenzione possono essere proposti anche in casa. Nel primo, un giocatore copre gli occhi e volge la faccia verso un muro o un albero. Mentre conta, il resto del gruppo si nasconde. Il cacciatore dovrà cercarli ed evitare che chi rimane nascosto tenti di fare “tana” correndo nel punto in cui è stata fatta la conta. Sardina, invece, è il nascondino al contrario. I giocatori si nascondo tutti nello stesso luogo, stretti come sardine. Tutti i giocatori contano e, finita la conta ogni giocatore deve cercare un altro giocatore nascosto. Trovato, i due giocatori si nascondono insieme senza farsi scoprire dagli altri. Perde chi viene trovato per ultimo e dovrà nascondersi al turno successivo.

Altri challenge di questo tipo sono acchiapparella, 1-2-3-stella e Strega comanda colore.

Adatto per i più piccolini è la lotta, con la premessa, e promessa, di non farsi del male. Il gioco consiste nel “combattere”, scappare e nascondersi. In questo modo, i bambini oltre a sviluppare le capacità sensoriali e motorie, inizieranno anche a creare i primi schemi di autocontrollo e difesa.

Un altro challenge che appassiona bambini e adolescenti è Indovina a cosa sto pensando. Il gioco consiste nel dividere il gruppo di compagni in squadre e mentre una pensa all’oggetto, l’atra squadra deve porre delle domande. La regola è che alle domande si deve rispondere con un semplice SI o NO.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!