Carolina Marconi, lo straziante annuncio è di poco fa: "Tutta colpa del tumore"

La nota showgirl, dopo aver vinto la battaglia contro il tumore, si confessa in merito ad un suo altro obiettivo. Rappresenta per lei un sogno, ma ecco perchè forse non può realizzarlo.

Carolina Marconi, lo straziante annuncio è di poco fa: "Tutta colpa del tumore"

Ascolta questo articolo

Carolina Marconi, è una nota e bellissima showgirl, appena reduce dalla più grande battaglia della sua vita: la lotta al tumore. Per fortuna, si è dimostrata ancora una volta una grande guerriera ed è riuscita ad averla vinta contro questo male terribile. Non ha mai tenuto nascosto questo suo problema, perchè voleva essere d’esempio per quanti si trovassero nella stessa orribile situazione. 

Ora, archiviata almeno in parte questa brutta pagina della sua vita, per Carolina i problemi non sembrano essere finiti, anche se, per fortuna, questa volta non si tratta della sua salute. Ad esserne coinvolto anche l’amatissimo fidanzato, Alessandro Tulli che, durante il periodo della malattia, non l’ha mai abbandonata neppure per un secondo. Ora vorrebbero coronare insieme questo sogno, ma qualcosa glielo impedisce: ecco cosa.

Di cosa si tratta

Carolina, è una vera e propria guerriera e, sconfitto il cancro, è pronta a lottare nuovamente per un suo grande sogno: ottenere l’adozione di un bambino. Un obiettivo importante, che sarebbe anche il coronamento dell’idillio amoroso con il suo Alessandro. Non potendolo avere naturalmente, ora i due starebbero lottando, anche per mezzo di avvocati, per ottenere l’adozione.

Purtroppo, le pregresse condizioni di salute della show girl, non sarebbero molto d’aiuto per lo scopo. Ecco, infatti, cosa riferisce la stessa Carolina: “Io e Ale avevamo pensato di adottare un bimbo visto le tante difficoltà… Ci stiamo facendo seguire da un avvocato, purtroppo non sono idonea a intraprendere un‘adozione perché ho avuto un tumore anche se sono guarita”. Una battaglia che, come precisa la show girl, coinvolgerebbe tantissime persone in Italia, infatti, sarebbero oltre 900 mila le persone guarite da tumore alle quali sarebbe preclusa questa possibilità.

Ma, Carolina, ancora una volta non intende darsi per vinta: “Grazie alla associazione Aiom – ha scritto –  lancia una campagna per richiedere all’Italia di adeguarsi garantendo i diritti degli ex pazienti. Abbiamo raccolto fino oggi 24mila. Lo scopo è il raggiungimento di più di 100.000 firme che verranno poi portate al Presidente del Consiglio per chiedere l’approvazione della legge”.  E’ impegnata, dunque, in questa importantissima raccolta firme che, qualora andasse in porto, potrebbe garantire a Carolina di coronare il suo sogno più grande di diventare madre.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Spero con tutto il cuore che Carolina possa presto coronare questo suo sogno. Non ritengo personalmente giusto che, chi sia guarito dal cancro, debba patire per sempre delle conseguenze dal punto di vista dei diritti. Spero che si raggiungano presto le 100mila firme idonee per approvare una legge di civiltà.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!