Scelgono la castità fino al matrimonio. Dopo le nozze, la moglie viene accusata di furto: la scoperta delle autorità

Arrivati casti fino al matrimonio, lo sposo è stato colto alla sprovvista da una brutta sorpresa. La moglie nascondeva un segreto incredibile: ecco l'assurda vicenda.

Pubblicato il 20 settembre 2022, alle ore 14:47

Scelgono la castità fino al matrimonio. Dopo le nozze, la moglie viene accusata di furto: la scoperta delle autorità

Ascolta questo articolo

La storia incredibile di questi novelli sposi ha già fatto il giro del web, d’altronde è una vicenda dai risvolti davvero tragicomici. Neppure la più fervida immaginazione poteva partorire una sceneggiatura del genere, dove il finale è degno di un colpo di scena da Oscar… della comicità. 

Entrambi molto religiosi e devoti, avevano condiviso la scelta di arrivare casti sino al giorno più importante della loro vita, quello delle nozze tanto attese. Dopo la celebrazione del matrimonio, non sembrava esserci più alcun ostacolo a frapporsi al loro amore e alla loro passione. In realtà, proprio all’improvviso, qualcosa è successa: vediamo di cosa si tratta.

L’incredibile accaduto

L’imam Mohammed Mutumba era convinto di aver sposato la donna della sua vita, invece si è visto costretto a sospendere improvvisamente il suo matrimonio. Il motivo sarebbe piuttosto serio, pare che la sposa fosse in realtà un uomo. Quest’ultimo, coperto quasi totalmente dal hijab e appellandosi al voto di castità, era riuscito a nascondere sino al matrimonio il suo vero genere.

Queste le parole dell’imam raggirato dal truffatore: “Stavo cercando una donna da sposare quando ho visto una bellissima ragazza che indossava un hijab, le ho chiesto di vederci e lei ha accettato.Ci siamo innamorati ma mi ha detto che non avremmo potuto fare sesso fino a quando non consegnavo la dote ai suoi genitori e ci saremmo scambiati i voti matrimoniali”.

La ‘sposa’ sarebbe poi stata scoperta dopo essere stata colta in flagranza di reato, dopo un furto ai danni dei vicini. Quando l’agente di polizia l’ha perquisita, ha constatato il suo vero genere sessuale: “Abbiamo scoperto che era un uomo a tutti gli effetti. Abbiamo informato il marito che l’aveva accompagnata alla stazione di polizia ed era fuori ad aspettare”. Alla fine il truffatore, di nome Nabukeera, dovrà fare i conti con l’accusa di raggiro, furto e ottenimento di beni con false generalità.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Si tratta davvero di una vicenda incredibile, è assurdo come l'imam si sia fatto raggirare così, evidentemente il travestimento dell''uomo era davvero convincente. Sta di fatto che alla fine è stato beccato ed è giusto che paghi le sue colpe. Ritengo comunque la storia davvero esilarante e divertente, non avevo mai sentito un fatto del genere.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!