Gina Lollobrigida, dopo la morte emerge un racconto raccapricciante

La morte della nota attrice italiana ha scioccato il mondo del cinema e dello spettacolo. In queste ore è emerso un suo vecchio racconto circa un dramma che la segnò profondamente: vediamo di cosa si tratta.

Pubblicato il 18 gennaio 2023, alle ore 10:38

Gina Lollobrigida, dopo la morte emerge un racconto raccapricciante

Ascolta questo articolo

Gina Lollobrigida può essere annoverata a pieno titolo tra le leggende assolute del cinema italiano, una delle poche attrici del Bel Paese a diventare una star di Hollywood. A cavallo tra gli anni 50 e 60 era riconosciuta in tutto il mondo come un sex symbol internazionale. Tra i riconoscimenti più importanti che l’attrice può vantare, si contano ben sette David di Donatello, due Nastri d’argento e un Henrietta Award per il film ‘Torna a settembre’.

La sua scomparsa lascia un vuoto profondo nel mondo del cinema, che difficilmente potrà mai essere colmato. In pochi ricordano una terribile esperienza che la coinvolse da giovanissima e che lei stessa trovò poi la forza di raccontare. Le sue parole sono ancora oggi tremendamente drammatiche e raccapriccianti: ecco cosa rivelò.

Il racconto raccapricciante

Negli ultimi anni l’organizzazione Me Too ha cercato di sensibilizzare l’opinione pubblico sul drammatico tema delle molestie nel mondo del cinema e dello spettacolo. A dispetto della maggiore sensibilità sul tema che esiste al giorno d’oggi, ai tempi della Lollobrigida le violenze fisiche e morali ai danni delle povere attrici malcapitate erano tenute segrete.

Gina Lollobrigida è stata una delle prime grandi attrici a trovare la forza di denunciare alcune violenze che all’epoca erano sistematicamente insabbiate. Purtroppo, anche la stessa attrice è stata profondamente segnata da un episodio del genere, seppur non nell’ambito del cinema. Era all’incirca il lontano ’45 quando, ad appena 18 anni, la Lollobrigida fu violentata da un calciatore della Lazio con il quale in passato aveva avuto una relazione.

Lo incontrò per caso a distanza di anni, ed accettò ingenuamente il suo invito ad una presunta festa con tanti amici; in realtà, si ritrovò da sola con lui che le offriva da bere: “Non ricordo ciò che successe dopo, ma quando mi risvegliai mi ritrovai nuda su un letto. Ero impietrita e terrorizzata, ma lui mi spiegò di avermi messa a letto perché mi ero sentita male. Tornata a casa, provai una gran vergogna, restai frastornata per diversi giorni e pian piano realizzai che ero stata violentata“. Questo il tremendo racconto dell’attrice che, neppure a distanza di anni, riuscì mai a dimenticare questo tristissimo episodio della sua vita. 

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - La morte di Gina Lollobrigida ha sconvolto profondamente il mondo del cinema e dello spettacolo. Il suo racconto della violenza subita da giovanissima è a dir poco drammatico. Sicuramente le fa onore essere riuscita a trovare il coraggio di aprirsi su un dramma così terribile. Spero che l'attrice sia ricordata con i giusti onori.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!