Eurovision, la drammatica notizia dopo la vittoria: mondo intero in lacrime

La kermesse quest'anno si è tenuta in Italia, precisamente a Torino, ma subito dopo la finale una triste notizia ha sconvolto i fan di uno dei concorrenti. Vediamo cosa è accaduto.

Pubblicato il 16 maggio 2022, alle ore 9:43

Eurovision, la drammatica notizia dopo la vittoria: mondo intero in lacrime

Ascolta questo articolo

Nel mondo stanno accadendo degli eventi che purtroppo stanno facendo parlare di sè, e portando preoccupazione nella popolazione mondiale. Si pensi ad esempio a quanto sta accadendo in Ucraina, il Paese martoriato dalle ostilità contro la Russia. La crisi pare non voglia proprio placarsi e la diplomazia internazionale sta facendo di tutto per poter uscire da questa situazione, che rischia di stabilizzare il mondo intero, e che in Occidente sta provocando una grave crisi economica. 

A causa di queste ostilità infatti i prezzi di carburanti e materie prime sono aumentati di moltissimo, e hanno ad esempio costretto il Governo italiano a prendere dei provvedimenti per aiutare gli italiani. Ma la crisi si ripercuote ovviamente anche sui cittadini ucraini, costretti anche a fuggire dallo loro nazione. In queste ore un importante messaggio è stato lanciato dal palco dell’Eurovision Song Contest che si è tenuto a Torino. Vediamo cosa è accaduto.

La tragica notizia

L’Eurovision, come si sa, quest’anno è stato vinto dalla band ucraina Kalush Orchestra, che ha presentato il brano “Stefania”. La band ha rischiato anche la squalifica in quanto dal palco torinese è stato lanciato un messaggio di aiuto nei confronti dell’Ucraina e della stessa città di Mariupol, divenuta il simbolo delle ostilità in quel Paese. 

Ma purtroppo subito dopo la vittoria, la Kalush ha dovuto salutare in fretta e furia il suo frontman Oleh Psjuk, il quale è dovuto tornare immediatamente nel suo Paese per prestare servizio militare. La notizia ha sconvolto i fan, e questo ci fa capire quale sia la situazione in quel Paese. 

“La squalifica era un prezzo che non avrei esitato a pagare per far passare il mio messaggio” – così ha dichiarato Oleh alla stampa internazionale. L’organizzazione ha ritenuto che il messaggio fosse comunque un grido d’aiuto e non una affermazione politica: ricordiamo che Eurovision Song Contest è una manifestazione apolitica. “La nostra gente è bloccata nell’acciaieria Azovstal e non può uscire. Bisogna farli uscire e per farlo abbiamo bisogno di far circolare le informazioni, di fare pressione sui politici” – così ha concluso poi Psjuk.

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Queste notizie ci devono fare capire quanto sia seria la situazione in Ucraina, per questo la Kalush Orchestra dopo aver vinto all'Eurovision ha dovuto salutare il suo frontman che è ripartito per il fronte. La speranza è che l'Eurovision possa organizzarsi in Ucraina il prossimo anno. Sarebbe bellissimo veramente, quella popolazione lo merita.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!