Come aiutare un’amica depressa

Come aiutare una persona depressa? Non è un gioco: oltre all'esperienza e competenza di uno specialista, anche l'amicizia può essere un alleato per uscire dalla depressione. Ecco come.

Come aiutare un’amica depressa

La depressione è un disturbo dell’umore, una patologia psichiatrica, che colpisce milioni e milioni di persone nel mondo; non fa distinzione di sesso, età, status sociale. Chi è vicino a chi soffre di quello che è stato definito “il male del secolo” si chiede come aiutare una persona depressa.

I sintomi e gli effetti della depressione non sono uguali per tutti; questo disturbo dipende da diversi fattori e può essere legata ad altri disturbi psichiatrici. Si può, per esempio pensare alla depressione reattiva, ma anche al disturbo bipolare.

Oltre all’aiuto specialistico, per superare ed uscire dalla depressione sono fondamentali le relazioni. Insieme alla famiglia, infatti, di supporto sono anche gli amici. Tuttavia bisogna fare attenzione a cosa dire e a come parlare con un amico depresso: il proprio istinto e cuore da amico, infatti, può indurre a delle gaffe.

Ecco, dunque, come poter aiutare un amico o amica che soffre di depressione.

Come aiutare una persona depressa: le parole da dire

Solitamente di fronte alle difficoltà, chi ci sta vicino tende a dire “forza, reagisci, esci”. In realtà, queste parole possono avere l’effetto contrario su una persona affetta da depressione; possono, infatti, aumentare la percezione d’inadeguatezza, il senso di smarrimento e solitudine.

Mostratele affetto e fatele capire che ci siete per qualunque cosa.
Mostratele affetto e fatele capire che ci siete per qualunque cosa.

Una risposta per chi cerca come aiutare una persona depressa è il dialogo. Parlare e fare sfogare, dare un supporto morale servono a superare le crisi depressive, i momenti difficili e di particolare stress. È importante porre l’accento sulle persone e sulle cose positive che ci sono nella sua vita e aumentare la sua autostima.

È importante, nelle confidenze tra amiche, non giudicare ma ascoltare e dare sostegno, mostrarsi interessati. Proviamo a farle pensare se ne vale davvero la pena isolarsi e intristirsi per quanto le è accaduto; quel tempo potrebbe essere utilizzato per trovare una soluzione. In quel momento, è importante farle capire che non dovrà affrontare il problema da sola ma che voi sarete con lei.

La comunicazione, in generale, avviene su più livelli; per questo motivo bisogna fare attenzione anche al tono di voce che si usa e alla prossemica. L’importante è fare sentire l’amica apprezzata, compresa, ma mai compatita.

I gesti

Insieme al dialogo, anche la presenza reale, quotidiana ed effettiva, serve per trovare come aiutare una persona depressa.

Oltre alle parole sono importanti i gesti. In genere, chi soffre di depressione tende a isolarsi, a chiudersi in se stesso, a sprofondare in un suo mondo dove tutto è percepito in negativo. Chi ne soffre è una persona che in quel momento è molto fragile. Per questo motivo, la vicinanza nell’amicizia riveste un ruolo fondamentale. Sebbene solitamente chi soffre di depressione non vuole compagnia, offriamole la nostra vicinanza: un’amica vera non può che starle vicino; un’amica vera comprenderà che in quel momento parole e gesti sono detti e fatti senza intenzione.

A volte basta anche un piccolo gesto per cambiare l'umore della giornata.
A volte basta anche un piccolo gesto per cambiare l’umore della giornata.

Mentre ascoltiamo le sue parole, doniamole un sorriso, un abbraccio, una carezza. Questi, sono gesti semplici e naturali nell’amicizia vera e, per questo, percepiti anche in uno stato psicologico alterato come nella depressione.

Molte persone depresse, nei momenti più bui, tendono anche a non curarsi, a trascurare la propria igiene personale e a non mangiare e dormire adeguatamente. Per questo motivo, da amica bisogna fare attenzione che non trascuri questi aspetti della vita quotidiana.

Senza forzare, invitiamola ad uscire, a fare nuove amicizie a condividere una qualsiasi attività che piace ad entrambe. Uscire all’aria aperta, svolgere un’attività sportiva rilassante, come una passeggiata a piedi o in bicicletta, aiuterà a migliorare l’umore.

L’aiuto medico

La depressione non va presa alla leggera e i rimedi “fai da te” nono sono la risposta e la soluzione. L’amicizia, in questi casi, sebbene forte, ha dei limiti. Il compito dell’amica non è curare la depressione ma supportare l’amica in quella fase. Per questo motivo, suggeriamole di cercare un aiuto serio, di rivolgersi ad uno specialista. Il medico, in modo professionale e discreto, potrà ascoltarla e aiutarla. Rassicuriamola che nel chiedere aiuto non ci deve essere imbarazzo, vergogna, senso d’inadeguatezza; invece, la richiesta rappresenta un passo importante per superare quella fase; è segno di consapevolezza di avere un problema e, soprattutto, che si ha la forza e la volontà di volerlo superare.

Da amiche, il nostro compito, è assicurarci che segua, oltre ai consigli e suggerimenti, anche la terapia farmacologica prescritta.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!