Quale carta scegliere per realizzare una busta fatta a mano

In un mondo dove ormai la tecnologia la fa da padrona, c'è comunque ancora qualcuno che apprezza ciò che viene creato a mano. Partiamo dalla busta. Scegliere la carta giusta è di fondamentale importanza per una buona riuscita del lavoro.

Quale carta scegliere per realizzare una busta fatta a mano

Ascolta questo articolo

Come ben saprai, esistono differenti tipi di carta, dalla velina di pochi grammi, al cartoncino con una grammatura molto più spessa. Per realizzare una busta, non puoi affidarti al caso, né tantomeno scegliere materiali inadatti.

In questo articolo ti aiuto a scegliere la carta ideale in base a ciò che vuoi realizzare, come incollarla e come piegarla. Non ci limiteremo ad analizzare le caratteristiche del foglio, ma imparerai quale busta abbinare ad ogni tipo di carta.

Realizzare una busta con la carta velina

Non trovo che la carta velina sia il materiale ideale per realizzare buste, sia per la sua fragilità, sia per la sua trasparenza. Ma se proprio ti vuoi cimentare, ecco alcuni consigli per una buona riuscita.

Non creare buste classiche o a sacco. Il motivo è semplice. essendo carta molto trasparente, se sovrapponi due pezzi, anche se dello stesso colore, si noterebbe la differenza di tonalità. O sei molto precisa in questa operazione, o evita questo tipo di buste. Potresti optare per una più semplice busta a portafoglio.

Non utilizzare tagli a scorrimento. Per intenderci, evita taglierine con lama rotante, cutter, plotter. Il motivo è semplice: essendo la velina molto delicata, rischi che il trascinamento la spacchi. Le forbici, in questo caso, sono la soluzione migliore. Se proprio non puoi farne a meno e vuoi utilizzare cutter e taglierine, assicurati di aver fissato alla velina ben stesa un foglio di carta più spesso. Questa operazione potrebbe facilitarti il taglio, ma devi essere molto attento e scrupoloso.

Non utilizzare colle liquide. Per incollare la carta velina, assolutamente sconsigliate colle viniliche, gel, cianacrilati, bicomponenti, colle a caldo, colle spray e gommose. Preferisci o il nastro biadesivo o la colla nastro. Ricordati di essere preciso e rapido, perché, anche se tu utilizzassi la colla riposizionabile, ti troveresti a non staccarla più senza spaccare la carta!

Il miglior utilizzo della carta velina per le buste, secondo me, è usarla per il rivestimento. Donerà alla tua busta, oltre ad un effetto cromatico più accentuato, una rifinitura degna di un lavoro professionale.

Realizzare una busta con carta

Ne abbiamo di tutti i tipi, c’è solo l’immbarazzo della scelta. Innanzitutto bisogna specificare bene cosa si intende per carta. Per carta si intende tutta la categoria di fogli che va dai 70gr ai 160gr. Naturalmente in questo caso, nonostante si tratti comunque di carta, esistono delle diversificazioni da fare. Sì, perché anche se queste grammature rientrano nella categoria carta, hanno caratteristiche ben particolari che le differenziano.

Realizzare una busta con carta che va dai 70 ai 100gr

Non è delicata come la carta velina, ma nello stesso tempo non è troppo spessa per essere piegata. Non a caso è la carta più indicata per quilling e origami.Ma perché sprecare questo tipo per creare delle semplici buste? Ebbene sì, la carta che va dai 70 ai 100gr ha una minor resistenza alla piegatura, quindi “come la metti sta”. Ecco perché è ideale per buste con soffietto. Inoltre si adatta al contenuto. Quindi se nella busta devi inserire un biglietto tridimensionale, il soffietto tenderà ad allargarsi senza problemi, per ritornare poi in posizione originale.

Puoi tagliare questa carta con qualsiasi attrezzo tu preferisca. Non risente dello sfibramento e dello sfregamento con la lama. Motivo per cui è la più indicata anche per ritagli di precisione, come nel decoupage.

Tranne il cianacrilato, che è sconsigliato per tutti i tipi di carta, vanno bene colle non troppo liquide. Personalmente, per queste grammature, continuo a preferire la colla nastro, ma anche una buona colla gel può andar bene. Attenzione però a spargerla come si deve. Non ti puoi dimenticare dei punti, o peggio ancora, non stenderla in modo uniforme! Rischi l’effetto montagna,che non è decisamente un bel vedere.

Realizzare una busta con carta che va dai 120 ai 160gr

Questa è decisamente la grammatura ideale per realizzare delle belle buste classiche, resistenti, senza far trasparire il contenuto!

Che sia in formato standard o commerciale, le buste saranno ben fatte e senza problemi. Attenzione solamente a non crearle della stessa misura del biglietto, altrimenti rischi l’effetto tagliacarte. Essendo queste grammature prossime al cartoncino, sono meno cedevoli sulle pieghe, quindi difficilmente la busta si adatterà al biglietto. Basta farle di mezzo millimetro in più per lato per i biglietti piatti. Sconsiglio questa grammatura per buste troppo elaborate, in quanto troppo rigide per creare buste artistiche come quelle a sacchetto o a caramella, e troppo poco rigide per creare buste a scatola.

Puoi tagliare questi tipi di carta con qualsiasi strumento, senza paura di rovinarli. Assicurati solo che la lama sia ben affilata, soprattutto per le grammature più elevate, altrimenti rischi lo sfilacciamento.

Per incollare, puoi usare ogni tipo di adesivo. Se utilizzi colle troppo liquide, stendile bene prima di far combaciare le due parti. Poi effettua una pressione uniforme sulle parti incollate. questo evita che la carta si umidifichi troppo, lasciandosi andare.

Realizzare una busta con cartoncino

Dai 180 ai 300gr si parla non più di carta, ma di cartoncino. Lo trovi nelle forme più disparate, ma te ne parlerò prossimamente. In questo articolo ci concentriamo solo sulle buste.

Ovviamente il cartoncino non è per niente indicato per la realizzazione di buste classiche. Primo, perché non ha elasticità, quindi viene scomodo ritirare qualcosa, secondo perché le pieghe, se sottoposte a continui sforzi di apertura e chiusura, finiscono con il rompersi. Senza dimenticare che nel punto in cui viene piegato, il colore stinge a causa dello sfibramento. Con il cartoncino puoi creare delle bellissime buste scatola! Ne puoi realizzare di vari modelli,e decorarle a piacimento.

Il cartoncino non è molto indicato per tagli troppo elaborati. Sconsiglio le forbici nel caso sia troppo spesso, le lame potrebbero accavallarsi e rovinare drasticamente il cartoncino. In questo caso consiglio cutter o plotter. Per forme complicate, invece, utilizza una fustellatrice. Certo, dovrai limitarti a forme già pronte, ma ne vale la pena! il risultato è pulito e senza sbavature.

Puoi incollare il cartoncino con qualsiasi tipo di adesivo, anche se, proprio per la sua struttura poco elastica, consiglio la colla vinilica o quella gel. in questo modo non si crea attrito tra collante e cartoncino, e il rischio di staccarsi è minore.

I nostri video tutorial
Maria Ronchi

Cosa ne pensa l'autore

Maria Ronchi - Da più di 12 anni mi occupo di creazioni handmade, e cominciai proprio dai biglietti e dalle buste! Non ho lasciato nulla al caso, ho fatto test di resistenza per trovare il miglior modo per creare buste in perfette condizioni. E alla fine ci sono riuscita! Personalmente utilizzo molto il cartoncino perchè si può decorare anche con materiali non cartacei. Un trucco per te: se su un cartoncino passi un buffer, otterrai l'effetto velluto!

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!