Come evitare la tristezza da lockdown? Ecco come fare

In tutto questo tempo non ci siamo resi conto di quanta tristezza e di quanta malinconia abbia portato il lockdown. Lo stare chiusi in casa, non poter uscire anche semplicemente per svagarsi fa male e non poco alla nostra mente. Ma sappiamo cosa fare.

Come evitare la tristezza da lockdown? Ecco come fare

Tutto quello che noi abbiamo sempre ritenuto come un qualcosa di ordinario e quasi automatico adesso lo è un pò di meno, sì perchè il 2020 ha stravolto le vite di tutti quanti, abbattendo certezze e diffondendo ansie e paure a non finire. Ormai ci ritroviamo nell’ultima settimana di un anno orribile e soltanto adesso ci stiamo rendendo conto di quanta infelicità ci sia in giro.

Per evitare di rendere ancora più triste questo periodo della nostra vita che di positivo ha soltanto tamponi su tamponi innanzitutto ci sono tre metodi un pò strani, ma secondo alcune ricerche abbastanza efficaci. Per prima cosa si dovrebbe sfruttare nel vero senso della parola una sensazione che nello stesso tempo può aiutarci ma anche abbatterci ancora di più, cioè la nostalgia. Bisognerebbe immergersi nei profondi e preferibilmente felici ricordi del passato quasi per immedesimarsi in quella parte di vita ormai per tutti passata e far ritornare sul nostro volto almeno un piccolo accenno di sorriso.

Un altro metodo altrettanto strano è quello di apprezzare nonostante tutto il presente. Apprezzare tutte quelle piccole cose, quei piccoli dettagli che magari dimentichiamo anche facilmente quando ci va tutto bene e farne il nostro rifugio preferito. Una cosa molto difficile da attuare ma basti pensare che ci sono tante altre persone, che sfortunatamente soffrono più di altre, perdono più di altre e sono tristi più di altre. Quindi una sorta di parola d’ordine, gratitudine.

E poi come ultima cosa, ma non ultima è pensare al futuro. Sembrerebbe scontata come cosa ma in realtà non lo è e ciò è dovuto dalla sfiducia che questo periodo ha portato nelle nostre teste e nel nostro cuore. Infatti guardare al domani, magari facendo piani e progetti per noi stessi aiuta e non poco il nostro spirito. Bisogna credere in se stessi, in un futuro migliore e avere sempre  più la voglia di realizzare in futuro i propri sogni e le opportunità che arriveranno.

Insomma non è sicuramente un metodo semplice da attuare ma se ci concentriamo su noi stessi e sulla nostra mente possiamo in qualche modo sfuggire a questa tristezza perennemente presente in noi e magari rendere più lieve questo inizio del 2021.

I nostri video tutorial
Luigi Ceci

Cosa ne pensa l'autore

Luigi Ceci - Credo che il 2020 sia stato un punto cruciale nella vita di tutti. Tutti insieme abbiamo perso qualcosa, e tutti insieme sentiamo questo bisogno di riguadagnare una libertà tolta da un virus fuori controllo. Dobbiamo credere in questo nuovo anno e soprattutto cercare di sorridere comunque e di lottare per le persone che purtroppo ci hanno lasciato.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!