Cacca di topo in casa: come riconoscerla e alcuni rimedi per allontanare i roditori

La cacca di topo in casa indica che i nostri ambienti sono stati infestati dai roditori. Per evitare problemi igienico-sanitari è opportuno pulire con cura ed attenzione i loro escrementi e allontanarli.

Cacca di topo in casa: come riconoscerla e alcuni rimedi per allontanare i roditori

Trovare un geco che passeggia o sosta sui muri di casa non è raro e solitamente non desta preoccupazione. Nei mesi freddi, tuttavia, anche topi e roditori cercano riparo. La cacca di topo in casa è un segnale evidente che i nostri ambienti domestici sono stati infestati. Questi piccoli animali riescono a nascondersi dentro i tubi e passano attraverso le fessure. Sono capaci di rovinare i nostri beni, rosicchiandoli, ma soprattutto, i rischi per la nostra salute sono molteplici. I topolini possono trasmettere malattie e contaminare i nostri oggetti ed alimenti con i loro escrementi e urine. Le loro feci sono diverse in base alla specie, cambiano per forma e dimensione, ma i rischi sono uguali. Bisogna correre ai ripari e pulire gli ambienti. Fondamentale sarà la disinfestazione.

Scopriamo come allontanare ratti e topi dalle nostre case ed evitare che tornino.

Il gatto tiene lontano i topi
Il gatto può essere un rimedio per allontanare i topi

Cacca di topo e geco: differenza

Riconoscere la cacca di topo da quella di un geco è possibile. Gli escrementi di topo, infatti, hanno forma e dimensioni diverse a seconda delle specie e sono completamente nere.

Gli escrementi dei gechi, invece, sono facilmente riconoscibili perché hanno una punta bianca. Questa punta è composta da sali di acido urico, la pipì, che viene espulsa con le feci nere.

Per allontanare i topi possiamo usare dei rimedi naturali
Oltre le trappole esistono diversi rimedi naturali contro i topi

Rimedi per allontanare i roditori

Avere un gatto in casa o nei paraggi è sicuramente utile. Per catturare i topi possiamo usare le classiche trappole, esche avvelenate e veleni. Nei casi estremi si potrà anche procedere con la derattizzazione.

Tuttavia, esistono rimedi naturali capaci di allontanare questi piccoli roditori senza ammazzarli o ferirli.

I topolini non apprezzano alcuni odori e quando li avvertono tendono ad allontanarsi.

Possiamo coltivare, per esempio, delle piantine di menta sui nostri balconi e giardini. Ogni tanto possiamo strappare qualche fogliolina da lasciare nei punti in cui ratti e topi tendono solitamente ad entrare. L’ideale è raccogliere delle foglie e raccoglierli dentro un sacchetto. Anche l’olio essenziale di menta è efficace, così come l’olio essenziale di eucalipto.

Un’essenza più forte e decisa è la canfora, anch’essa non amata di piccoli roditori.

Aglio, olio e peperoncino, non sono solo dei condimenti per preparare una pastasciutta all’italiana. Questi tre ingredienti, miscelati insieme, sono un deterrente naturale per topi. Il rimedio è efficace per allontanare i topi dalle tubature, dai cavi elettrici, dai ripostigli. Dopo aver immerso un batuffolo di cotone nella soluzione, posizionatelo nei luoghi di vostro interesse.

Anche l’odore dell’ammoniaca può tenere lontani i piccoli roditori ma, poiché altamente velenosa, è consigliabile evitarla quando in casa ci sono bambini o animali domestici.

Altri rimedi

Per allontanarli possiamo bloccare loro i passaggi. Fondamentale sarà sigillare ogni loro possibile via d’accesso (porte, finestre, muri, cantine).

Utile allo scopo è la lana d’acciaio che si può acquistare in ferramenta. La sua fibra, dura, resistente e duratura, evita infatti il loro passaggio. I topolini non sono in grado di rosicchiarla.

Evitate di tenere le ciotole dei vostri animali domestici con il cibo perché tendono ad attirare anche i topi.

È buona norma mantenere sempre puliti ed in ordine ripiani e dispense, sigillare bene le confezioni e i contenitori dei nostri alimenti. Anche i bidoni della spazzatura devono essere chiusi per evitare che i topolini vengano attratti dagli odori.

La disinfestazione degli ambienti è necessaria quando si trova cacca di topo in casa
Se notiamo cacca di topo in casa è importante pulire tutto

Come pulire la cacca di topo

Se in casa ci sono segnali evidenti della presenza di topolini, non resta altro da fare che disinfestare. In commercio esistono diversi prodotti finalizzati a questo scopo.

Ma come pulire, igienizzare e disinfettare le aree in cui troviamo cacca di topo?

Scopa e paletta non sono sufficienti per evitare che i batteri e i virus ci attacchino. Dopo aver rimosso con attenzione tutti gli escrementi, diluite in un secchio d’acqua 2 tazze di candeggina. Versate o spruzzate la soluzione sull’area interessata e lasciate agire. Risciacquate con cura, in maniera energica, per eliminare ogni traccia fecale.

In alternativa alla candeggina, spesso non tollerata per il suo forte odore, possiamo utilizzare anche l’aceto bianco. La sua componente acida, infatti, agisce in questi casi, come la candeggina.

Cosa fare se troviamo tracce di cacca di topo

Quando troviamo escrementi di topo in casa, la pulizia è un primo passo per evitare problemi igienico-sanitari.

È importante disinfettare tutti gli oggetti (posate, stoviglie, tessuti) e buttare tutti gli alimenti e le bevande eventualmente contaminate.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!