Come fare le treccine africane: tecniche e consigli utili

Le treccine africane sono di tendenza e glamour. Realizzarle richiede molto tempo ed è necessario prendersi cura dei capelli per non rovinarli. Farli a casa è possibile ma è utile farsi aiutare da un'amica. Ecco alcuni consigli per non rovinare i capelli dopo averli intrecciati.

Come fare le treccine africane: tecniche e consigli utili

Le treccine africane, o box braids, sono molto apprezzate dalle giovani donne. Queste permettono di sfoggiare un look glamour, pratico, sofisticato e sbarazzino, da adattare a bellissime ed eleganti acconciature da mostrare tutti i giorni o in eventi speciali.

Solitamente le trecce afro vengono realizzate da ragazze africane ma, nulla vieta di provare a creare questo tipo di acconciatura anche a casa.

Per un risultato ottimale, fai da te, è consigliabile chiedere aiuto ad un’amica ed essere consapevoli che per completare tutta la chioma potrebbero essere necessarie moltissime ore. Tutto dipende dalla lunghezza dei capelli e dalla vostra manualità. La pazienza è quindi una delle parole chiave per non pentirsene a metà dell’opera.

Questo tipo di treccine non sono adatte a tutti i tipi di capelli o a tutte le lunghezze. Vediamo dunque come realizzarle, come gestirle, ma soprattutto alcuni consigli per evitare di rovinare i capelli.

Il primo passaggio per ottenere le treccine africane è dividere la chioma in sezioni
Per realizzare le treccine africane è importante dividere la chioma in sezioni

Come si fanno le treccine africane: la tecnica

Il primo passaggio per realizzare delle treccine africane è lavare accuratamente i capelli e utilizzare un balsamo. In questo modo i capelli saranno ben idratati e facili da districare. Asciugateli bene.

Dividete la chioma in sezioni utilizzando un pettine a denti larghi. È consigliabile dividere la chioma in 4 parti e fissarle con delle pinze.

Scegliete una sezione e dividetela in tante piccole ciocche tutte uguali. Da ognuna di essa si dovrà ottenere una treccia. Bisognerà prestare attenzione che siano tutte della stessa dimensione per ottenere un effetto elegante e curato.

È consigliabile partire dalla sezione più bassa e poi salire verso l’alto. In questo modo non ci saranno interferenze durante la lavorazione delle nuove trecce.

Ogni treccia dovrà iniziare dalla radice dei capelli ed estendersi per tutta la lunghezza dei capelli. Completata ogni treccia, bisognerà legarla con un piccolo elastico.

Treccine africane con le extension

Se i capelli non sono abbastanza lunghi, ma si desidera avere delle treccine africane sulla propria testa, si possono utilizzare le extension.

Per applicarle, bisogna unire la ciocca di extension alla ciocca naturale, fissandola in modo da poter creare delle piccole ciocche che poi bisognerà intrecciare. Come sui capelli naturali, anche in questo caso, la chioma dovrà essere divisa in sezioni.

Completata la treccia, la punta dovrà essere legata e chiusa con un piccolo elastico.

Con le treccine africane si possono ottenere delle acconciature
Le treccine africane si prestano per ottenere delle acconciature glamour ed eleganti

Alcuni consigli utili per realizzare le treccine africane

La lavorazione delle treccine africane è molto lunga poiché le ciocche su cui lavorare saranno tante. A ripagare del tempo impiegato sarà il risultato e il fatto di poterle sfoggiare per molto tempo. Solitamente, però, non bisogna tenerle per più di 1 mese perché i capelli si danneggerebbero irreparabilmente, perderebbero vitalità e forza.

Questo tipo di acconciatura è adatta alle donne che hanno dei capelli forti e spessi, mentre bisogna prestare attenzione o evitare se i capelli sono sottili e deboli. Le trecce, infatti, specialmente se molto piccole, soffocano i capelli.

È importante evitare di fare treccine troppo strette per non stressare i capelli e rischiare di spezzarli. Queste, però, non dovranno neanche essere troppo larghe perché si correrebbe il rischio che si sciolgano prima del tempo.

Durante la notte, le treccine dovrebbero essere legate con una coda bassa o raccolte dentro un folard per evitare di rovinare l’intreccio.

Per lavare i capelli, bisognerà fare attenzione a non rovinare le trecce mentre utilizziamo lo shampoo e il balsamo. Un’attenzione maggiore dovrà essere data durante l’asciugatura. Prima di procedere con l’asciuga capelli, è consigliabile tamponare i capelli e le trecce con un asciugamano. A questo punto si potrà procedere con il phon azionato con un getto d’aria non troppo forte.

Un altro fattore da tenere in considerazione è che le trecce non lasciano cadere i capelli morti, quindi quando li scioglierete noterete la presenza di un eccessivo quantitativo di capelli sulle mani e sul pettine. I capelli avranno bisogno di particolari cure per recuperare forza e vitalità.

Acconciature con le treccine

Le treccine africane possono essere realizzate sull’intera chioma ma anche solo su un lato. La tecnica, in quest’ultimo caso, è quella della treccia laterale.

Con queste treccine, si possono realizzare acconciature particolari, chignon e code di cavallo molto eleganti se abbinati ad accessori per capelli. Fermagli e gioielli possono impreziosire l’acconciatura ed ottenere un effetto finale davvero strepitoso.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!