Degradè ai capelli: cos’è, come si fa e quanto dura

Anche il degradè, così come lo shatush, il balayage e i colpi di sole, è una tecnica che serve per schiarire i capelli. Le tecniche e l’effetto, però, non sono tra loro uguali. La procedura del degradè è abbastanza lunga e richiede le mani esperte di un hair-stylist per non rovinare l’effetto finale.

Degradè ai capelli: cos’è, come si fa e quanto dura

Anche il degradè, così come lo shatush, il balayage e i colpi di sole, è una tecnica che serve per schiarire i capelli donando loro un effetto naturale. Le tecniche e l’effetto finale, però, non sono tra loro uguali. In questo caso, infatti, il riflessante, a differenza delle altre tecniche, è naturale e non contiene ammoniaca.

La struttura del capello quindi non subisce traumi e l’effetto schiarente rende la chioma luminosa, brillante e vitale. Inoltre, grazie alla colorazione verticale ricca di riflessante, le altre sono colorazioni in orizzontale, sul capello si forma una pellicola protettiva che avvolge completamente il capello e mantiene inalterata la sua struttura e forma. Il capello non diventa fragile.

Esistono una variante del degradè: la degradè Joelle, inventata in Italia da Claudio Mengoni di Joelle, alla fine degli anni ’80. A differenza del degradè tradizionale, questa è caratterizzata da una schiaritura molto più evidente, sfumata e naturale che avviene in modo graduale, limitando notevolmente il contrasto di colore tra la parte superiore e inferiore dei capelli.

Che siano corti o lunghi, di colore biondo, castano o rosso, la tecnica del degradè è adatta a tutti i tipi di capelli e si può applicare sia sulle punte che sulle radici per estendersi su tutta la lunghezza della chioma. Il risultato è estremamente naturale; in più dona movimento e volume ad ogni taglio (scalato, corto, liscio) e tipologia di capelli (lisci, ricci, ondulati).

Il colore biondo con il degradè è intensificato
Il degradè sui capelli biondi rende ancora più luminoso l’effetto naturale del colore

Come si fa il degradè

La procedura è abbastanza lunga e richiede le mani esperte di un hair-stylist per non rovinare l’effetto finale. Il costo del trattamento in un salone di bellezza si oscilla, in media, dai 50 ai 100 euro, ma ricordiamo che a differenza delle altre tecniche di schiaritura dura più a lungo e non richiede ritocchi.

Esistono 12 tipi diversi di tonalità per il degradè; questi possono essere a ossidazione o tono su tono ma l’obiettivo finale resta invariato: rendere quanto più naturale l’effetto schiarente e luminoso alla fine del trattamento.

Dopo aver scelto il colore, il parrucchiere inizierà a decolorare o schiarire delle ciocche sottilissime di capelli a partire dall’interno, in modo tale che, alla fine, il movimento naturale della chioma mostri il riflesso. Si passa poi a tonalizzarli applicando sulla testa della carta stagnola che serve per dare al colore un effetto sfaccettato e luminoso.

Se, invece, vogliamo provare a realizzare il degrade a casa, possiamo acquistare in profumeria o nei negozi specializzati i kit specifici per l’effetto sfumato.

Bisogna sottolineare, che nel caso in cui abbiate qualche capello bianco occorre prima procedere alla colorazione classica per coprirli e poi lavorare solo sulle lunghezze con la crema schiarente.

Per prima cosa bisogna decidere il grado di schiaritura, da 1 a 3 toni, e lasciare il prodotto in posa sui capelli per massimo tre quarti d’ora. Per una schiaritura luminosa sono sufficienti 25 minuti, mentre raggiungendo i 45 minuti l’effetto sarà molto chiaro.

Durata del degradè

La durata del degradè è superiore alle schiariture ottenute con le altre tecniche. Questa infatti può durare fino a 6 mesi e, a differenza dello shatush, del balayage, delle meches e dei colpi di sole non richiede ritocchi quando avviene la ricrescita.

il degradè sui capelli rossi
Sui capelli rossi, il degradè ideale da proporre è quello che ottiene sfumature tono su tono o nelle nuance del biondo

Degradè per tutti i tipi di capelli

Il degradè è adatto ad ogni colore di chioma. Sui capelli naturali, mai trattati con colorazioni, darà maggiore lucentezza. Sui capelli castani scuro e chiaro si potrà optare per un colore naturale o per le tonalità calde del miele, del caramello o del dorato ed ancora quelle del castano, del cioccolato e del nocciola.

Per un effetto più appariscente l’alternativa è scegliere una colorazione degradè rosso, specialmente i toni del rame o del ciliegia. Le sfumature bionde sono indicate per le donne con gli occhi chiari e la pelle ambrata.

Sui capelli biondi o castani, invece, possiamo ottenere dei risultati molto apprezzati sfruttando le tonalità del biondo e scegliere, per esempio, il color miele o il color grano. La luminosità ottenuta con questa tecnica permetterà di risaltare il colore naturale dei capelli e dare volume e movimento.

Anche il color biondo dorato e il biondo ramato sono tonalità molto richieste ed apprezzate dalle donne, specialmente se hanno gli occhi verdi. Sui capelli rossi, il degradè ideale da proporre è quello che ottiene sfumature tono su tono o nelle nuance del biondo.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!