Cos’è la couperose e in che modo si può combattere

La couperose è un fastidioso inestetismo che può comparire nelle donne dopo i 30 anni d'età. Si manifesta in coloro che hanno una pelle sottile, sensibile e facilmente irritabile.

Cos’è la couperose e in che modo si può combattere

La couperose è un disturbo che compare di solito sul viso. Si manifesta con delle chiazze rossastre che possono bruciare o creare prurito ed è causata dalla lesione dei capillari sanguigni e alla loro conseguente dilatazione. I punti del viso in cui di solito compare sono le guance, i lati del naso e tra gli zigomi. Non si tratta di una malattia, ma bensì di un disturbo prettamente estetico e cosmetico.

Le cause della couperose sono diverse: in primis c’è la predisposizione genetica, il che vuol dire che se un nostro familiare ha sofferto o soffre di questo disturbo, quasi sicuramente ne soffriremo anche noi. Altra causa sono le disfunzioni ormonali: infatti le persone che soffrono di couperone di solito hanno un livello più alto di corticosteroidi nel sangue. In più, quando ci si espone in maniera frequente e prolungata alle variazioni climatiche, alle radiazioni solari, al freddo, all’umidità e al vento si può provocare la comparsa della couperose.

Oltre a queste cause, ci sono delle circostanze che possono favorire la comparsa della couperose o peggiorarne l’aspetto. Una di queste è l’abuso di alcool, perché i capillari si dilatano e la circolazione sanguigna cambia. Anche le forti emozioni possono aggravare l’aspetto della couperose, così come la carenza di vitamine e la cattiva alimentazione.

Per risolvere questo disturbo, si possono assumere dei farmaci specifici per calmare il rossore e il fastidio provocati dalla couperose e si può anche ricorrere ad alcuni trattamenti cosmetici. Nel primo caso, è però d’obbligo recarsi da un dermatologo, soprattutto nei casi in cui la couperose dovesse peggiorare e diventare acne rosacea. Per quanto riguarda invece i trattamenti cosmetici, in commercio ne esistono molti che sono in grado di esercitare un’azione lenitiva, disinfiammante e disarrossante, ma essi serviranno solo a diminuire il fastidio senza però far scomparire il problema.

La couperose spesso parte come un’infiammazione saltuaria che man mano va a peggiorare finchè può diventare cronica. Le macchie rosse sul viso quindi sono dovute anche al fatto che i capillari non sono più elastici e si dilatano in maniera permanente e quindi diventano visibili sul viso. Inoltre, nei casi più gravi essa può sfociarer in acne rosacea, un  disturbo cronico che colpisce la pelle delle guance, della fronte e del naso, provocando brufoli pieni di liquido o pus. E’ importante quindi prevenire il disturbo per evitare che la couperose diventi cronica o peggiori.

Per questo motivo è molto importante avere un’alimentazione sana, che sia priva di alcol e di alimenti eccitanti come le spezie e il caffè ed è sconsigliato utilizzare dei cosmetici irritanti e aggressivi che possono danneggiare la pelle. E’ di fondamentale importanza proteggere la pelle sia dal sole che dal freddo e dal calore eccessivo perché questi agenti atmosferici possono peggiorare la couperose.

I nostri video tutorial
Olga Dolce

Cosa ne pensa l'autore

Olga Dolce - La couperose è una fastidiosa conseguenza della pelle troppo sensibile e delicata. I fastidi sono perlopiù estetici se si tratta di un disturbo leggero e a volte è anche difficile camuffarla se non si dispone del cosmetico adatto. Bisognerebbe prestare molta attenzione alla cura della pelle del viso, che è molto delicata ed esposta anche ai cambiamenti atmosferici che possono danneggiarla.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!