Come curare i capelli rossi naturali in modo naturale

I capelli rossi sono molto delicati e necessitano di molte cure ed attenzioni per non perdere la propria naturale colorazione ed intensità con il tempo. Dai trattamenti estetici ai rimedi naturali scopriamo come prenderci cura delle nostre chiome rosse

Come curare i capelli rossi naturali in modo naturale

Quando pensiamo ai capelli rossi naturali la mente vola a personaggi come la Sirenetta o Rebel di Disney, a Pippi Calzelunghe o a Jessica Rabbit con la loro pelle molto chiara e spesso lentigginosa.

Il rosso naturale è un colore raro, molto glamour e affascinante.

Dal rosso fuoco, simbolo di ribellione, forza e sensualità, al rosso tiziano, per le personalità frizzanti, raffinate e sofisticate, al mogano o al ramato che sfruttano i riflessi del biondo o del castano, tutte le gradazioni di rosso conferiscono alla chioma di una donna fascino e personalità. Non a caso, in tante richiedono di tingersi i capelli o di creare riflessi naturali, come con il degradè, questa nuance, nelle varie tonalità

Nelle chiome rosse naturali, così come quando si fa una tintura, il pigmento è molto delicato e necessita di molte cure ed attenzioni per non perdere la propria colorazione ed intensità nel tempo. Vediamo come curare e mantenere vivo il colore rosso.

Le donne con i capelli rossi hanno una personalità molto forte
I capelli rossi sono rari, molto glamour e affascinanti

Consigli per la cura dei capelli rossi

I capelli rossi sono molto delicati per cui, specialmente in estate, bisogna proteggerli dal sole per non farli opacizzare o sbiadire per effetto dei raggi UV. Oltre ad utilizzare graziosi ed eleganti cappellini, quando il sole picchia maggiormente, così come per la pelle, è importante applicare sui capelli protezioni solari specifici.

È importante non lavare i capelli molto spesso, perché il lavaggio frequente fa perdere vivacità e brillantezza al capello. La frequenza dello shampoo deve essere limitato a massimo 2 volte la settimana ad eccezione dei capelli molto grassi che richiedono necessariamente lavaggi più frequenti.

Oltre ai lavaggi meno frequenti, è importante usare degli shampoo appositi per capelli tinti, preferibilmente di qualità e senza solfati, poiché aiutano a mantenere il colore e la lucentezza della tintura più a lungo.

In commercio ci sono poi diversi prodotti ravvivanti per capelli, specialmente maschere, utili per mantenere e sfoggiare una chioma rossa luminosa e brillante, mentre nutrono ed ammorbidiscono il capello. È importante scegliere il ravvivante più adeguato alla propria gradazione perché realizzati con sostante che contengono i pigmenti coloranti attivi. Queste maschere vanno lasciate in posa per circa 10 – 15 minuti prima di risciacquare con cura.

Sui capelli rossi le doppie punte si vedono di più, per cui bisognerebbe spuntarli leggermente almeno ogni due mesi.

Con le tinture è meglio evitare di stressate i capelli con il calore o il cloro
Il sole, il calore e il cloro sono nemici delle tinture, anche per le rosse

I nemici del rosso: il calore e il cloro

Per mantenere più a lungo il colore, senza alterazioni sul pigmento, bisognerebbe lavare i capelli con acqua fredda. Il calore, infatti è nemico della brillantezza del colore perché apre la cuticola dei capelli e fa scaricare i pigmenti rossi. Per lo steso motivo, bisogna evitare di utilizzare con frequenza piastre e ferri per le pieghe o le acconciature.

Anche il cloro è nemico dei capelli tinti e fa sbiadire velocemente anche il colore rosso: evitate dunque di bagnarli nell’acqua della piscina per almeno due settimane dalla colorazione.

I rimedi naturali

Anche la natura è alleata e offre soluzioni valide per tingere e curare i capelli di rosso in modo naturale.

Il più noto e classico è la tintura all’henné. La scelta delle gradazioni di colore è molto vasta e, oltre a donare una colorazione lucente e naturale, l’henné aiuta anche a ridurre la forfora, perché regola la produzione di sebo. È quindi un trattamento indicato per le donne che hanno i capelli molto grassi.

Per rendere brillante il colore rosso sui capelli, oltre che idratarli, possiamo anche fare una maschera fatta in casa a base di burro e arancia. Per prepararla bisogna fare sciogliere a bagnomaria del burro con del succo di mezza arancia e lasciare in posa sui capelli per circa mezz’ora e poi risciacquare.

Per ravvivare il rosso possiamo anche usare il succo di barbabietola o l’aceto di mele che andrà mischiato a 2 bicchieri di acqua e applicato sui capelli, dopo averli lavati. Fate agire il succo per circa 10 minuti e risciacquate con acqua fredda.

Tra i rimedi naturali per ravvivare il colore rosso dei capelli c'è la barbabietola
Il succo rosso della barbabietola ravviva il colore dei capelli in modo naturale

Gli infusi e impacchi che fanno bene ai capelli rossi

Riflessi rossi si possono ottenere preparando un infuso a base di foglie di alloro o di te nero. Dopo aver lasciato le foglie di alloro o il te nero in infusione per circa un quarto d’ora, fate raffreddare l’acqua. A questo punto, con i capelli ben lavati e bagnati, versate l’infuso sulla chioma e lasciate agire per circa 20 minuti. Risciacquate e asciugate i capelli.

Un altro rimedio naturale è la birra che, oltre a schiarire i capelli biondi, regala sui capelli castano scuro dei riflessi rossi.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!