Cellulite e ritenzione idrica: cosa sono e come combatterle

Spesso si fa confusione quando si parla di cellulite e ritenzione idrica. Molte persone non hanno ben chiara la differenza, non sanno il perchè insorgono e non sanno come combattere questi due fastidiosi inestetismi

Cellulite e ritenzione idrica: cosa sono e come combatterle

La cellulite è una alterazione dei tessuti sottocutanei, che porta all’accumulo di liquidi e tossine metaboliche negli spazi tra una cellula e l’altra.

La ritenzione idrica invece è la tendenza ad accumulare liquidi in eccesso tra le cellule, a causa di un malfunzionamento del sistema venoso e linfatico ed è causata da un aumento della quantità di sodio a sfavore del potassio. Di solito chi ha la cellulite ha anche ritenzione idrica, viceversa chi soffre di ritenzione idrica non necessariamente arriverà ad avere anche la cellulite.

Anche se cellulite e ritenzione idriche sono quindi due cose differenti, vengono comunque generate dagli stessi fattori: sedentarietà, dieta ipocalorica, intolleranze alimentari, assunzione di farmaci (pillola contraccettiva), accumulo di tossine (scarsa assunzione di liquidi).

E’ possibile però prevenire o eventualmente curare semplicemente apportando alcuni cambiamenti nella nostra vita.

Cellulite e ritenzione idrica: come prevenirle

Innanzitutto cercare di alimentarsi nel modo più equilibrato possibile preferendo il consumo di alimenti che favoriscano l’eliminazione dei liquidi in eccesso, in modo da aiutare a migliorare la circolazione come la verdura, i legumi, la frutta e la carne bianca. Dovranno invece essere evitati tutti quei cibi ricchi di sale o troppo zuccherini come i salumi, formaggi, insaccati, burro, dolci, cibi fritti, frutta secca, alcolici, bibite gassate.

Bere poi molta acqua povera di sodio è fondamentale per riportare a uno stato di equilibro la percentuale di sodio presente all’esterno delle cellule e quella di potassio presente all’interno delle cellule.

Anche lo sport è un valido aiuto per eliminare la cellulite sopratutto l’attività fisica cardio che stimola l’apparato cardio circolatorio e respiratorio favorendo così una maggiore ossigenazione dei tessuti cutanei.

Infine anche dei massaggi linfatici possono contribuire ad un miglioramente notevole della ritenzione idrica o della cellulite poichè stimolano ed attivano il sistema nervoso linfatico. Ovviamente i massaggi devono essere abbinati ad una sana alimentazione e a dell’attività fisica costante altrimenti non sortiranno l’effetto desiderato.

I nostri video tutorial
Sabrina Giorgi

Cosa ne pensa l'autore

Sabrina Giorgi - Una sana alimentazione ed una costante attività fisica sono veramente alla base di tutta la nostra vita. Sono quei fattori che influenzano in modo positivo o negativo eventuali patologie sia di salute sia estetiche quindi è importante trovare la giusta via che deve essere soggettiva e personale per riuscire a seguirle nel tempo perchè la costanza è fondamentale per ottenere buoni risultati. Non trascurate quindi anche il minimo principio di ritenzione idrica perchè è un piccolo campanello dall'allarme che il nostro corpo lancia per farci capire che non stiamo facendo tutto correttamente.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!