Capelli dai riflessi freddi con metodi naturali

Come ottenere capelli castani con riflessi freddi utilizzando ingredienti naturali, come il kapoor e l'henné castano

Capelli dai riflessi freddi con metodi naturali

Ascolta questo articolo

L’inverno è la stagione che fa risplendere più che mai di bellezza chi appartiene alla palette winter. Ma che fare per noi appassionate di cure di bellezza naturali quando i capelli tinti con miscele di erbe (ad esempio l’henné) iniziano a presentare quel riflesso rosso ramato caldo, che fa appassire (specialmente per le winter cool) quel bellissimo contrasto che ci valorizza?

Le esperte di armocromia, si sa, condannano per noi winter il riflesso caldo che, nei capelli tinti in maniera naturale, è davvero difficile da tenere sotto controllo. Ma niente paura, ho dedicato gli ultimi due mesi a fare esperimenti sui miei capelli e sono pronta per raccontarvi il miglior risultato che ho ottenuto per capelli dal riflesso freddo intensissimo! 

Partiamo dal fatto che io non ho mai utilizzato tinture chimiche, quindi ogni trattamento è stato applicato sul capello già tinto, ma solo con miscele di erbe. Quindi se avete i capelli colorati con tinture chimiche non posso garantire l’effetto che i trattamenti hanno avuto sulla mia chioma! In questo caso meglio chiedere consiglio al parrucchiere o a chi lo ha già fatto. Inoltre, il risultato del colore cambia in base al colore di partenza: più i capelli sono scuri, più il risultato finale sarà scuro. Di solito sulle confezioni ci sono le diverse intensità che si possono ottenere confrontate al colore di partenza, quindi niente paura.

Tintura castano scuro: henné castano (mix di erbe, tra cui lawsonia, indico, katam, che potete trovare in commercio) + kapoor. 

La polvere ayurvedica di Kapoor proviene dalle radici della pianta di zenzero, presenta incredibili capacità antiseticche e stimolanti, è capace inoltre di fornire resistenza e luminosità ai capelli fragili e spenti. Nella nostra ricetta, alle proprietà del kapoor, si uniscono anche quelle dell’ henné, una sostanza ricavata da “erbe tintorie” a cui appartiene anche la Henna (Lawsonia Inertis), con proprietà coloranti e astringenti, capace di donare lucentezza, robustezza e volume al capello. Aiuta anche a controllare la produzione di sebo e la forfora, fidatevi, è la superstar dei trattamenti per capelli.

Per preparare un impacco tintorio, con riflessi freddi, che doni anche resistenza e volume ai capelli, iniziare mixando 50/60 grammi di kapoor con acqua a 70/80 gradi, fino ad ottenere una miscela simile allo yogurt. Lasciar macerare per circa 20 minuti, e intanto preparare con lo stesso procedimento la polvere di hennè. Di solito nelle confezioni dei prodotti ci sono le istruzioni di preparazione, vale la pena dargli un’occhiata, ma di base sono più o meno tutte uguali. Trascorsi i 20 minuti, mixare le due miscele e se occorre aggiungere un po’ d’acqua.

A questo punto potete decide tra due possibilità: o lavate prima i capelli, li asciugate, applicate il tutto su capello pulito e asciutto e dopo risciacquate senza shampoo (unico inconveniente, l’odore che rimane sui capelli per le 24 ore successive può non piacervi) oppure potete applicare il composto sui capelli non lavati (ma non troppo sporchi eh!) e lavare dopo con una sola applicazione di shampoo neutro diluito, ma si perde un pochino di colore e intensità.

Infilate i guanti usa e getta perchè l’impasto è davvero potente e iniziate ad applicare il composto sulle ciocche di capelli, massaggiando un po’ anche il cuoio capelluto. Non abbiate paura di abbondare! Io per capelli lunghi utilizzo 60 gr di kapoor e 60 di hennè. Terminata l’applicazione potete ricoprire i capelli con della pellicola da cucina o con una cuffia e fare poi un bel turbante con un vecchio asciugamano. Il tempo di posa va da un minimo di 50 minuti a un massimo di 3 ore, in base all’intensità di colore che vorrete ottenere: più lo tenete e più i capelli saranno scuri. Tenete conto però che il kapoor un po’ secca i capelli, se avete già i capelli secchi sconsiglio di superare i 90 minuti di posa.

Proseguite sciacquando la testa in base alla modalità che avete scelto tra quelle proposte sopra (con o senza shampoo). Consiglio un ultimo risciacquo con acqua e aceto che dona brillantezza e morbidezza. Io lascio un po’ i capelli asciugare all’aria e completo poi con il phon a temperatura bassissima.

Ora, ditemi se i vostri capelli non sono una bomba! Luminosi, voluminosi, con riflessi freddi e intensi.

P.S. Io 48 ore dopo faccio sempre una maschera all’avocado per nutrire le lunghezze visto che i miei capelli tendono un po’ a seccarsi.

I nostri video tutorial
Rosemary Rose

Cosa ne pensa l'autore

Rosemary Rose - Amo la cosmesi naturale, mi piace sperimentare tante possibilità direttamente sui miei capelli e sulla mia pelle, sono sempre alla ricerca delle ricette migliori e quando riesco a collaudarle amo condividerle con chi ne ha bisogno. Devo dire che questa ricetta l'ho provata già 4 volte e continua a soddisfarmi!

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!